“Droni e Agricoltura 2.0”, ovvero la nuova frontiera dell’innovazione agricola.

Sarà questo il tema del convegno organizzato da Confagricoltura Taranto e Anga – Giovani di Confagricoltura, Comune di Crispiano, Ordine degli Agronomi e Collegio dei Periti Agrari di Taranto che si terrà il prossimo mercoledì 5 ottobre 2016 a partire dalle ore 18 nella sala consiliare del Comune di Crispiano.

All’incontro, incentrato sull’innovazione nei metodi di coltura sfruttando i vantaggi delle nuove tecnologie e le novità dell’agricoltura di precisione, interverranno il presidente dei Giovani di Confagricoltura Taranto, Nicolò Giovinazzi, il presidente del Collegio dei Periti Agrari di Taranto, Pasquale Carmignano, il presidente dell’Ordine degli Agronomi di Taranto, Gianluca Buemi e l’amministratore di Volare Alto srls, Michele Di Cesare.

A seguire l’intervento di Flavio Pompigna, che illustrerà i vantaggi delle nuove tecnologie nell’agricoltura georeferenziata, un settore tutto da scoprire nel campo della tecnologia applicata al settore agricolo. L’impiego dei droni, ad esempio, può avere un impatto davvero significativo per migliorare tutti i processi legati alla coltivazione e alla cura della terra: classificazione della vegetazione, trattamento di aree specifiche con agrofarmaci, monitoraggio e rilevazione di incendi, identificare eventuali pericoli da malattie fungine, individuare insetti utili per la coltivazione, oppure realizzare immagini – meno costose e con una risoluzione più alta di quelle dei satelliti – necessarie per rilevare e controllare lo stato di salute delle piante.

Le conclusioni del convegno saranno affidate al sindaco di Crispiano Egidio Ippolito e a Luca Lazzàro, presidente di Confagricoltura Taranto.