Il giorno 21 giugno 2016 in via Madonna di Pompei n. 51 si è costituito a Grottaglie il comitato a favore del “SI” al Referendum sulla Riforma della Costituzione, “Basta un SI Grottaglie”.

Lo rende noto un comunicato dello stesso comitato, in cui si legge che : «Il nucleo fondatore del comitato è costituito da cittadini grottagliesi rappresentanti della cosiddetta “società civile” tutti accomunati dal desiderio di promuovere finalmente il rinnovamento del Paese. Riportiamo l’attenzione sul merito della riforma contro chi vuole personalizzare lo scontro trasformando il dibattito sulle idee in una battaglia politica: “Meno costi della politica”, “meno politici di professione”, “meno difficoltà per l’approvazione delle leggi”, “meno contezioso tra Stato e Regioni”.

Come Coordinatore – prosegue il comunicato – è stato chiamato Michele De Marco, Vicecoordinatore Marco Montedoro e Segretario/Tesoriere Maria Ciniero. I componenti costituenti oltre ai citati sono: Ciro Buccoliero, Michele Claveri, Piero Capuzzimati, Vincenzo Alfio, Liliana Ciniero, Pasquale Basile, Claudio Orazio. Il comitato è aperto a tutti i cittadini che vorranno partecipare attivamente alla vita associativa collaborando alla ideazione e alla realizzazione delle iniziative o condividerne semplicemente gli scopi e le finalità
A favore delle ragioni del “Si” alla Riforma costituzionale sul finire del mese di maggio si sono schierati 193 docenti universitari che hanno pubblicizzato la loro posizione tramite un manifesto pubblico. Il 2 giugno, invece, sul quotidiano la Repubblica è stato pubblicato anche un appello per un «pacato sì» al referendum a firma di oltre 300 personalità attive in diversi campi, tra cui professori universitari, ricercatori, politici, scrittori e registi.

Senza questa riforma – conclude il comunicato – nessun cambiamento sarà possibile per non si sa quanti anni. Con un SI possiamo iniziare da subito