In queste settimane di grande emergenza, il Comune di Grottaglie, grazie alle disponibilità della Protezione Civile Regionale e alle donazioni ricevute da parte di privati, è riuscito a raccogliere un buon quantitativo di mascherine.

“L’emergenza da Covid-19 ha creato un allarme mondiale senza precedenti e continua tuttora ad infondere in tutti noi paura ed incertezza per come sarà la nostra vita quotidiana in futuro. Questo ci ha fatto scoprire quanto siamo molto più fragili di quanto potessimo pensare. Anche se le misure di contenimento e le restrizioni si stanno gradualmente allentando, non dobbiamo abbassare la guardia e l’Amministrazione comunale intende lanciare questo messaggio di responsabilità e mostrare vicinanza proprio ai soggetti più fragili e alle persone anziane della nostra Comunità”.

E’ quanto comunica il sindaco di Grottaglie in una nota diffusa sui media.

400 mascherine per la Casa di riposo e le Cooperative Dast e Amici

Pertanto, ha deciso di donare 400 mascherine da utilizzare per il personale e/o gli ospiti della Casa di riposo “San Francesco de Geronimo”, alla Cooperativa “Dast” e alla Cooperativa “Amici”.

Mascherine anche per cittadini con disabilità grave

In base alla disponibilità nei magazzini comunali, sarà predisposta la donazione di alcune mascherine anche ai cittadini che ne faranno richiesta, con disabilità grave (legge 104, art 3 comma 3) e che hanno necessità di uscire per attività di assistenza e/o fisioterapia.

“Un segnale di attenzione e, insieme, di ripresa che parte da chi la fragilità la vive ogni giorno. Un messaggio di speranza per il futuro affinché la vita delle persone con disabilità e anziane possano effettivamente ricominciare usufruendo nuovamente, in sicurezza, di occasioni relazionali e sociali.”

Aggiunge il primo cittadino.

Donati al Comune un termometro a infrarossi e saturimetro

“La solidarietà però non si ferma neanche nei confronti del Comune di Grottaglie. La Cooperativa San Bernardo, infatti, nell’ottica della piena collaborazione che l’ha sempre contraddistinta in questi anni, ha donato all’Ente un termometro a infrarossi, idoneo per la misurazione della temperatura corporea senza contatto e che è destinato a diventare un dispositivo essenziale in molti uffici pubblici. Inoltre, la stessa cooperativa ha fornito al Comune un saturimetro; un ulteriore presidio che può aiutare a monitorare lo stato di salute. Con il saturimetro, infatti, si misura la saturazione di ossigeno dell’emoglobina presente nel sangue. In altre parole, verifica come sta andando l’ossigenazione del sangue e se quindi i nostri polmoni stanno funzionando bene”.

Informa D’Alò.