L’emergenza epidemiologica da covid-19 e le norme di contenimento ad essa correlate, hanno cambiato profondamente la vita di tutti, in particolare, quella dei caregiver di persone con disabilità gravi e gravissime. 

Le disposizioni, nazionali e regionali, di contenimento dell’emergenza epidemiologica sin qui emanate hanno imposto orari più ristretti delle attività commerciali e, in conseguenza, hanno causato molto spesso lunghe code e un maggiore impiego di tempo per svolgere delle normali commissioni quotidiane che per la maggior parte dei cittadini ha richiesto una migliore organizzazione dei tempi a disposizione.

Difficoltà che in particolare, per i nuclei familiari con all’interno persone con disabilità gravi, ha causato enormi disagi dovuti alla scelta tra la prestazione della cura ai propri cari e la gestione delle commissioni nei vari esercizi commerciali. 

Per lenire questa situazione l’Amministrazione comunale ha deciso di avviare la campagna di sensibilizzazione denominata: “posso prima io?” al fine di consentire al familiare che presta le cure a una persona con grave o gravissima disabilità (Legge 104, art 3 comma 3) di essere munito di un pass nominativo rilasciato dall’Ente con il quale avrà la precedenza nell’accesso alle attività commerciali, uffici postali, bancari e di altri Enti riducendo di conseguenza il tempo di rientro al proprio domicilio.

Come funzionerà

“I commercianti (supermercati, minimarket) e i farmacisti saranno opportunamente coinvolti e invitati a collaborare nel rispetto di questa semplice regola di convivenza civile che richiede la comprensione e la solidarietà di tutta la cittadinanza e che prevede inoltre l’invito all’attivazione o al ripristino, laddove già esistenti, di corsie preferenziali proprio per le categorie più fragili della popolazione: anziani, disabili, donne in stato di gravidanza e appunto, caregiver. In questa categoria, infine, sono da annoverare anche gli operatori di servizi assistenziali (oss e infermieri, personale medico), al termine del servizio, che esibiscono il loro personale tesserino. Anche gli uffici postali e gli istituti bancari saranno sollecitati a privilegiare e agevolare il disbrigo della commissioni di queste categorie di persone nei loro uffici.”

Informa Marianna Annicchiarico, assessora comunale

Cedere il proprio posto

“Si ricorda che gli uffici comunali sono a completa disposizione a ricevere tutti i cittadini, specialmente coloro che vivono una situazione di fragilità, su appuntamento, concordando giorno e orario in base alle proprie esigenze, entro gli orari di servizio.
Questa iniziativa vuole essere una vera e propria richiesta di collaborazione e solidarietà sociale a tutto il tessuto economico e commerciale e all’intera cittadinanza, perché cedere il proprio posto mentre si sta in fila possa diventare una norma acquisita da tutti, considerato che dovremmo sentirci più coinvolti e responsabili delle fragilità sociali e di chi le assiste. Un segnale di vicinanza a chi già si prodiga quotidianamente nella cura di persone con gravissime disabilità che, in questo momento particolare e delicato, richiedono ulteriori attenzioni. Confidiamo nella collaborazione di tutti e tutte”.

Continua l’assessora comunale.

Come richiederlo

Il pass sarà rilasciato ai caregiver di persone con disabilità (art.3 comma 3 legge 104/92) dall’Ufficio dei Servizi Sociali del Comune di Grottaglie su richiesta telefonica al numero 0995620210 e tramite e-mail a soc@comune.grottaglie.ta.it.
L’Ufficio Servizi Sociali si riserva di valutare di volta in volta ulteriori soggetti appartenenti alle categorie fragili a cui riservare il suddetto pass.