I lavoratori della Taranto terminal container (Tct), società partecipata da Evergreen e Hutchinson, che gestisce il molo polisettoriale, hanno organizzato con i sindacati un sit in permanente sotto la sede dell’Autorità portuale per protestare contro i ritardi nella infrastrutturazione dello scalo e per manifestare preoccupazione per il loro futuro occupazionale. Sono 530 i lavoratori interessati dalla cassa integrazione a rotazione da oltre due anni.