Banconote

«Una beffa doppia per il Sud. Ben 3,5 miliardi sottratti allo sviluppo delle regioni meridionali per finanziare lo spot elettorale del Jobs Act». Così Rosa D’Amato, eurodeputata del Movimento 5 Stelle, attacca il governo Renzi per il taglio di 3,5 miliardi di euro che erano destinati al cofinanziamento di importanti progetti Ue per le regioni del Mezzogiorno.
«Le risorse – afferma la D’Amato, che sarebbero servite a cofinanziarie i fondi strutturali europei ancora non spesi per il triennio 2015-2017, sono stati indirizzati nella legge di stabilità ad altri capitoli di spesa, tra cui una parte delle coperture del Jobs Act.

Si tratta di una scelta gravissima – continua la D’Amato – che affossa ancora di più i cittadini di quelle regioni che, anche per colpa di amministrazioni locali incapaci, rischiano di perdere i fondi di Bruxelles. Renzi dimostra ancora una volta che dietro le sue promesse c’è solo il vuoto.

Non avendo le risorse per avviare lo spot elettorale del Jobs Act e guadagnarsi il plauso di Confindustria, ha pensato bene di rubarle al Sud e al suo sviluppo. Una vergogna.

Renzi – conclude Così Rosa D’Amato, eurodeputata del Movimento 5 Stelle – restituisca i 3,5 miliardi ai cittadini del Mezzogiorno