«Un degrado che avvolge Taranto in ogni sua parte, dalla città vecchia al rione Tamburi, a tutte le aree di periferia.» Così l’onorevole Vincenza Labriola del Gruppo Misto alla Camera dei Deputati descrive le condizioni del capoluogo ionico.

«Una condizione igienica estremamente precaria – aggiunge la parlamentare – che accomuna strade, piazze, giardini pubblici, lungomare, spiagge, luoghi pubblici di svago e sport, che si unisce ad un altro volto del degrado, non meno importante, quello umano, con un crescente verificarsi di episodi di criminalità, non solo micro, e di abusivismo commerciale.

Vivere a Taranto significa oggi rinunciare al bello, alle emozioni e alle occasioni che la nostra città saprebbe potenzialmente dare e che in altri momenti della sua storia ha dato. Di fronte a questo dramma, l’amministrazione comunale rimane dormiente, salvo sporadici annunci, come quello di due giorni fa contro l’abusivismo commerciale, che non trovano mai seguito.

La giunta Stefano ascolti i cittadini – conclude l’onorevole Labriola, si rimbocchi le maniche, e dopo troppi anni di letargo faccia la sua parte. Taranto non ha più tempo da perdere