Sono già passati cinque anni dall’omicidio di Sarah, la giovane quindicenne uccisa e gettata in un pozzo di campagna. Era il 26 agosto 2010. Per l’omicidio è stato confermato in appello l’ergastolo nei confronti di Cosima Serrano e di sua figlia Sabrina Misseri, zia e cugina di Sarah.