L’inverno può portare allo sviluppo di diverse complicazioni, per via delle sue temperature piuttosto rigide, soprattutto in certe regioni italiane: non sono solo i malori stagionali, però, a rappresentare una fastidiosa forma di rischio.

Sono specialmente i bambini ad andare potenzialmente incontro ad alcune problematiche molto estese, come ad esempio la dermatite da freddo: una forma di irritazione cutanea che trova nella pelle dei bambini un terreno molto fertile sul quale attecchire. Ciò accade per via di una verità conclamata: la cute dei bimbi è più delicata rispetto a quella degli adulti, e può essere soggetta a problemi irritativi spesso di vasto raggio. Oggi cercheremo, dunque, di fare chiarezza sulle dermatiti, e in particolare su quella da freddo.

Freddo e dermatiti: la pelle dei bambini è a rischio

Non solo quella da freddo: esistono infatti diversi tipi di dermatite che possono affliggere la cute dei bambini soprattutto in inverno. Ad esempio, una delle forme più diffuse è quella atopica: la suddetta causa la comparsa di una tipologia di irritazione alle volte molto estesa. Questa problematica, infatti, di solito anticipa la comparsa di chiazze della pelle arrossate e molto pruriginose, rese tali dalla secchezza della cute. Tutto ciò non avviene certamente per combinazione: la dermatite atopica da freddo è dovuta non solo alle temperature più basse, ma anche al vento, che disidrata la pelle e che la indebolisce. Questo la rende più facile da attaccare, da parte degli agenti non solo atmosferici ma anche patogeni.

Come curare la dermatite da freddo?

In genere la dermatite da freddo, essendo legata all’inverno, tende a guarire da sola con l’arrivo dei primi caldi: i bimbi, però, non possono di certo aspettare il sopraggiungere della primavera o dell’estate. Come intervenire, dunque, per guarirla nell’immediato? Idratando molto la loro pelle, sia con le creme ed i prodotti appositi, sia facendoli bere molta acqua. Poi, nel caso in cui la dermatite atopica da freddo si sia fatta molto estesa, è anche possibile ricorrere ad alcuni farmaci ad impiego topico: prima di farlo, però, bisogna sempre consultare un medico.

Come prevenire la dermatite nei bambini?

Il primo consiglio è di evitare troppi lavaggi giornalieri, e di fare la doccia o il bagnetto senza prodotti schiumosi: da un lato perché l’acqua eccessiva può impoverire le barriere cutanee, dall’altro perché la schiuma potrebbe portare alla comparsa di irritazioni. Un altro consiglio da seguire è questo: proteggere i bimbi dal freddo, ma senza coprirli con abiti non traspiranti. Impedire al corpo di respirare significa aumentare la sudorazione, ovvero una delle cause principali di dermatite nei bambini. Infine, tutte le volte che pulite o trattate la pelle del bimbo, fatelo senza sfregarla ma tamponandola: ciò evita quello stress che potrebbe peggiorare le cose.