“Un importante traguardo perseguito con impegno e dedizione che rimarca un dato di fondamentale importanza, ossia l’avvenuta approvazione secondo i termini previsti dalla legge, una novità assoluta rispetto agli anni passati, ma non l’unica. L’approvazione avvenuta nei termini previsti palesa nel contempo una vittoria dell’amministrazione: la possibile e fattiva programmazione annuale che consentirà di utilizzare al meglio le risorse, spalmandole su un periodo molto più lungo che nel passato”, è quanto comunicano i consiglieri di maggioranza che sostengono il Sindaco Ciro D’Alò.

Un bilancio che definiscono sociale, sovvertendo la tesi avanzata dall’opposizione, nello specifico dagli ex PD che hanno sostenuto che il documento sia in linea con la precedente Amministrazione.

“Ci sono diversi elementi di novità – dichiarano nella nota i consiglieri comunali eletti nel cartello di Grottaglie ON. Tra questi – si legge –  la valorizzazione del centro storico, quindi rigenerare alcuni spazi, immobili o attività commerciali parte integrante di un centro che ormai da anni risulta abbandonato a se stesso, la ristrutturazione delle facciate degli immobili del centro storico, gli incentivi per insediamenti commerciali. Un mero esempio di cambiamento, considerando che in passato si aspettava che queste somme piovessero dai cieli regionali o ministeriali, senza avere comunque riscontri positivi, oggi utilizziamo i soldi di tutti noi cittadini, per rendere la nostra città vivibile e all’avanguardia”, aggiungono.

L’approvazione è avvenuta grazie alla maggioranza dei voti ottenuta, 14. In un clima non certo sereno che ha visto dapprima un’accesa polemica e dibattito sull’assenza dei revisori contabili. Una mancanza che sia l’opposizione che la stessa maggioranza e sindaco hanno ritenuto inopportuna. Ma, a quanto pare, una possibilità comunque prevista. Un’assenza che ha costretto l’opposizione a chiedere lo spostamento del Consiglio al 31 marzo, negata dalla maggioranza, sicura che il cambio di data non avrebbe comunque garantito la presenza dei contabili.

“Altre novità  – si legge nella nota – risiedono nel finanziamento dell’open data e nell’informatizzazione della macchina amministrativa, volta a snellire le lungaggini burocratiche, nel cambio di rotta riguardo all’illuminazione pubblica con l’affidamento del servizio a un’azienda, la quale gestirà in proprio il sistema in modo da eliminare il conto salato delle bollette. Altro elemento fondamentale, in un’ottica di città sempre più ecosostenibile, sarà la raccolta differenziata porta a porta estesa su tutta la città, risultato raggiunto grazie alla caparbietà della giunta; da non sottovalutare l’impegno profuso nella promozione del turismo, lavoro che finalmente, grazie ai finanziamenti regionali, proietterà Grottaglie nel novero delle smart city. Per queste ragioni tutti i gruppi consiliari di maggioranza hanno approvato, senza nessun segno di cedimento, un bilancio che altro non è che la trasposizione in fatti del programma di Grottaglie ON”.