PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Puntuale come previsto, è arrivata la deciione del GUP del tribunale di Taranto. Vilma Gilli ha disposto il rinvio a a giudizio di 44 persone fisiche e tre società in merito alla inchiesta sul presunto disastro ambientale provocato dall’Ilva.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Tra gli imputati rinviati a giudizio c’è anche l’ex presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, accusato di concussione aggravata in concorso. Dei cinque imputati che avevano deciso di ricorrere al rito abbreviato, condanna a 10 mesi di reclusione per don Marco Gerardo, ex segretario dell’ex arcivescovo di Taranto Benigno Luigi Papa e di tre anni e quattro mesi per falso ideologico per l’ex consulente della Procura ionica Roberto Primerano, assolto invece dalle accuse di disastro doloso in concorso e avvelenamento in concorso di acque o di sostanze alimentari. Assoluzione dall’accusa di favoreggiamento personale anche per l’ex assessore regionale all’Ambiente Lorenzo Nicastro, Giovanni Bardaro e Donato Perrini.

Il processo per gli imputati comincerà il 20 ottobre. Soddisfazione del procuratore di Taranto Franco Sebastio, che nota come il GUP abbia concordato quasi completamente con l’istanza accusatoria portata avanti dai magistrati ionici.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802