“insieme a tutti i presenti al dibattito, abbiamo ribadito la nostra contrarietà a qualsiasi tipo di ampliamento. Come sindaco e come cittadino mi farò promotore di una grande manifestazione, stando in testa al corteo a rappresentare e a difendere la mia comunità, perché è questo che un Sindaco deve fare”, è quanto dichiara Ciro D’Alò attraverso il suo ufficio comunicazioni sulla pagina social di Facebook a margine del dibattito sul futuro della discarica di Grottaglie sita in località Torre Caprarica.

“Il nostro territorio deve essere esentato da qualsiasi altro tipo di ampliamento della discarica. Grottaglie è ai primi posti per tumore tiroideo nelle donne e per tantissime altre patologie( Dati ASL), e per questo non possiamo permetterci di concedere altro spazio all’inquinamento. È necessario che l’ente Provinciale confermi il diniego all’ampliamento rispettando tutte le osservazioni tecniche depositate e tenendo conto, anche, di una volontà politica maturata dalla comunità Grottagliese e non, che rifiuta qualsiasi altro tipo di impianto inquinante sul territorio”, aggiunge il primo cittadino.

Qui in alto Ciro D’Alò nel 2008 quando era alla guida di Sud in Movimento nella lotta all’apertura del terzo lotto. Il Movimento oggi divenuto primo partito di governo cittadino è stato tra i primi (insieme al Presidio, al Comitato ed altre realtà ambientaliste) a tenere alta l’attenzione sull’impianto di Torre Caprarica.