«La Regione Puglia, in data 14 gennaio 2016, ha approvato le aliquote di tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi urbani, dovute per l’anno 2016, per ciascun comune della provincia di Taranto.» Lo rende noto con un comunicato “Sud in Movimento”.

«Sulle tasche dei grottagliesi – evidenzia il comunicato – l’ecotassa inciderà nella misura più pesante. Grottaglie, insieme a Montemesola, è il comune che differenzia di meno dell’intero ARO4; e pensare che prima del commissariamento il nostro era capofila.
La raccolta differenziata si è fermata al 17,50%, molto al di sotto della soglia minima fissata dalla Regione al 40%, per questo motivo nel 2016 pagheremo, per ogni tonnellata smaltita in discarica, circa 25.82 euro. Mentre per i Comuni la cui raccolta differenziata è andata oltre il 40%, le aliquote andranno da 6,97 a 11,62 euro per tonnellata.
Il primo cadeau, targato 2016, che l’assessore Stefani e l’attuale amministrazione presenta alla cittadinanza e, inoltre, una bella gatta da pelare per i futuri amministratori.

Pochi mesi fa – ricorda “Sud in Movimento” – l’attuale amministrazione con toni entusiastici proclamava che l’ecotassa non sarebbe aumentata. Evidentemente rientrava nella politica dei proclami trionfali a cui ci ha abituato: annunci che non si accompagnano a una reale e concreta capacità di pianificare e attuare politiche lungimiranti.

Purtroppo i proclami non reggono di fronte ai dati che puntualmente presentano il conto, come al solito, ai cittadini.»