Comunicato stampa a firma di Grottaglie Comunità, Italia Viva, Libera…mente, Moderati Civici e Riformisti per Grottaglie.



“In questi giorni assistiamo basiti al proliferare di appelli a schierarsi con questo o con quel
simil-cartello elettorale, producendo non solo confusione e disordine, ma la netta sensazione che le ammucchiate disomogenee abbiano preso il posto della riflessione politica. Chi si candida a governare una realtà importante come Grottaglie non può non tenere conto che a coalizioni tenute insieme da ideologismi o, peggio ancora, da personalismi corrisponde un’azione di governo inefficace e dannosa per la comunità.

Con questa consapevolezza, i soggetti politici Grottaglie Comunità, Italia Viva, Libera…mente, Moderati Civici e Riformisti per Grottaglie, in collegamento politico con i movimenti civici nazionali Mezzogiorno Federato e Italia Mediterranea che si occupano di questioni afferenti allo sviluppo e al progresso socio-economico del meridione, hanno avviato, in questi giorni, un confronto di idee dal quale far scaturire una nuova visione di città.

Partendo dal concetto di “Città Territorio” abbiamo individuato tre grandi aree tematiche che svilupperemo più approfonditamente nei prossimi mesi, anche con la collaborazione dei soggetti politici che si riconoscono nei valori del moderatismo, del riformismo e del progressismo, e del mondo dell’associazionismo che riterranno il nostro progetto politico utile per riconferire a Grottaglie il ruolo di protagonista della comunità ionica.

I tre grandi temi riguardano la “questione unitaria emergenziale” da rivolgere a soccorso e sicurezza delle categorie fragili, delle famiglie e delle imprese locali; “le nuove politiche dell’Ente Civico” per la riorganizzazione e l’azione dell’apparato politico e burocratico del Comune; “il progresso del Sistema produttivo jonico”, per la infrastrutturazione, la riconversione e la reindustrializzazione, in dirittura verso l’economia della Logistica integrata.

Noi siamo animati dalla convinzione che le idee, i contenuti, la visione di una città moderna devono essere anteposti ad ogni logica di posizionamento fine a se stessa. Per queste ragioni continuiamo il nostro cammino con la serietà e la caparbietà di chi vuole offrire alla propria comunità una concreta opportunità di riscatto.”