Tra poco meno 9 mesi si voterà per le Elezioni Regionali in Puglia.

Tutti i pugliesi, grottagliesi compresi, saranno chiamati a votare per eleggere il nuovo parlamento regionale che guiderà la Puglia per i prossimi cinque anni.

Quasi scontata la ricandidatura del Presidente della Regione uscente Michele Emiliano. Ma con quale lascia passare?

La situazione ad oggi

Il primo quesito della questione è incentrato proprio sulla ricandidatura di Emiliano. Sarà espressione di una coalizione in cui figurerà certamente il PD e diverse liste civiche a suo sostegno. Ecco… si bypasseranno le primarie o ci saranno le primarie?

Poco invece sembra scorgersi al momento sul versante centrodestra, ne sull’asse Lega / M5S. E all’orizzonte si presuppone che vivremo un’estate scarna di sorprese. Sarà sicuramente settembre anzi ottobre il mese degli annunci. Da parte di candidati alla Presidenza ma anche da parte di candidati al Consiglio Regionale.

Il precedente nel 2015

Grottaglie nel 2015 sfiorò la presenza cittadina per un soffio: Antonella Galeone per pochi voti dovette cedere lo scranno a Marco Galante.

Michele Santoro con 2452 fu il più suffragato a Grottaglie, nelle preferenze alla carica di consigliere regionale.

Staccato con poco più della metà dei suoi voti si piazza Alfonso Manigrasso 1.311 preferenze. Terza Antonella Galeone con 1122. Vito Rossini (317) non ottenne il quarto posto visto che Borraccino piazzò 328 voti, Franzoso 321. Questi i risultati solo nella città di Grottaglie.

Lo scenario a Grottaglie

Molti degli attuali consiglieri saranno in lizza per una riconferma. Altri invece potrebbero scendere in campo e proporsi, alla Regione, come prima volta. Nonostante l’estate porti la mente sulle spiagge e sui lidi baciati dal sole i veri protagonisti del prossimo appuntamento elettorale in questi mesi decideranno molto probabilmente il loro futuro politico, e non solo quello.

All’orizzonte potrebbero affacciarsi delle sorprese. Che dire: armiamoci di binocolo e cerchiamo di scorgere in lontananza.