Di seguito all’incontro del 14 aprile scorso, si è tenuta, ieri, convocata dal Prefetto Demetrio Martino, una nuova riunione audio/video sull’agricoltura,

con l’intervento del referente della Task Force per l’occupazione della Regione Puglia, del direttore della sede I.N.P.S. di Taranto, del Segretario Generale dell’Autorità di Bacino, del Direttore del Consorzio Stornara e Tara e dei rappresentanti degli Enti e dei sindacati di categoria, per approfondire alcune delle problematiche emerse nella precedente riunione al fine di ricercare possibili soluzioni.

Fornitura di acqua

Riguardo alla paventata riduzione ad un terzo della fornitura di acqua proveniente dall’invaso del Sinni-Montecotugno, è stata acquisita la disponibilità dell’Autorità di Bacino a garantire alle aziende agricole il livello di erogazione sufficiente all’avvio della stagione irrigua prevedendo, allo stato, una riduzione massima della portata idrica non superiore al 25% di quella assicurata nei decorsi anni.

Trasporto di braccianti

Quanto alla attività di trasporto dei braccianti presso i luoghi di lavoro, a cura dell’ azienda agricola, il Prefetto ha comunicato gli esiti delle azioni di controllo delle Forze di Polizia che indicano ancora il non ottimale adeguamento alle misure di protezione anti covid visto il numero di sanzioni elevate per le specifiche violazioni. Sul punto e per andare incontro all’incremento dei costi di gestione da parte delle aziende in considerazione del necessario innalzamento del livello di sicurezza, la Regione Puglia ha manifestato la volontà di rendere immediatamente disponibili risorse pari a circa 400.000 euro, per adeguare le modalità di trasporto degli operatori sul luogo di lavoro alle misure di contenimento del contagio.

Dotare i lavoratori di dispositivi di protezione individuali

Sarà valutata, inoltre la possibilità di destinare ulteriori 50.000 euro, parte di un finanziamento Regionale non utilizzato, in contributi all’Ente bilaterale per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da fornire ai lavoratori tramite le aziende del comparto.

Le iniziative del Prefetto

Per verificare la possibilità di apprestare procedure amministrative semplificate e celeri per l’erogazione dei fondi in parte già versati all’Amministrazione provinciale in virtù di specifico accordo, il Prefetto ha convocato sul piano tecnico una prima riunione per lunedì 27 aprile con la partecipazione in video collegamento dei referenti della Provincia, I.N.P.S., Ente Bilaterale e Regione Puglia.

Il Prefetto ha poi chiesto alla parte sindacale ed a quella datoriale di stringere i tempi relativamente alla definizione dei protocolli contenenti specifiche misure di salvaguardia sanitaria, da applicare al lavoro in agricoltura, in modo da poter anche valutare il fabbisogno complessivo di mascherine e altri elementi di protezione proponendo che le aziende del territorio provinciale affidino all’Ente Bilaterale la funzione di centrale di acquisito, al fine di velocizzare le forniture potendo, paraltro, ottenere dal mercato condizioni economiche più vantaggiose.