Sono scomparsi, nuovamente, arredi funerari posizionati nelle cappelle del Cimitero di Grottaglie.

“Purtroppo ancora una volta sono state divelte le lettere posizionate sulle lapidi, si pensi che su alcune lastre hanno portato via tutte le scritte bronzate lasciando solo la foto”, cosi Giovanni Mucci referente della Confraternita del SS. Rosario.

Una situazione sgradevole di cui ci siamo già occupati e che purtroppo non riguarda solo il Cimitero di Grottaglie visto che si tratta di un fenomeno criminale diffuso.

Le cappelle sono aperte, pertanto può entrare chiunque come è giusto che sia, in molti però stanno pensando di chiudere gli ingressi con cancelli ad accesso autorizzato.

Indignazione mista a stupore sono le sensazioni che si avvertano guardando queste immagini e apprendendo questa notizia.