All’indomani dalla seduta del Consiglio Comunale che ha approvato il Bilancio preventivo del Comune di Grottaglie, Carlo Caprino incontra Enzo Lacorte, uno dei maggiori esponenti dell’opposizione nella cittadina jonica.

Il già candidato sindaco alle ultime elezioni amministrative effettua una disamina circostanziata sulla situazione in atto in questo momento nella città e su tutto il territorio provinciale.

«Con questa intervista potrò spiegare a tutti i cittadini di Grottaglie come stanno le cose, visto che l’ultimo consiglio comunale è stato convocato alle 9 di mattina»

E’ un fiume in piena Lacorte. Si avverte la sua necessità di informare la cittadinanza. Quella stessa cittadinanza che «non può perdere un giorno di lavoro per seguire il Consiglio Comunale».

Snocciola numeri, parla di tariffe e dimostra con documenti gli aumenti relative alle tasse messi in atto nel Comune di Grottaglie: “Una responsabilità tutta del Sindaco di Grottaglie. Con questi aumenti il governo nazionale non centra” dice Lacorte.

Ma sono sopratutto i punti relativi alla raccolta differenziata e alla ecotassa l’oggetto del suo attacco verso l’Amministrazione guidata da Ciro Alabrese, verso il quale, ancora una volta, ribadisce il mancato rispetto degli accordi elettorali definiti prima delle consultazioni del ballottaggio, quando lo sfidante era Michele Santoro.