Cominciano oggi, con la prova scritta di italiano gli esami di maturità. Un momento fondamentale nella vita dei ragazzi, una delle prime vere prove, una prima vera sfida, un traguardo, un momento di passaggio, un nuovo inizio.

Per l prima prova, l’esame scritto di italiano, gli studenti avranno  sei ore di tempo per stilare il proprio tema. Le tracce per la prova odierna sono uguali per tutti gli indirizzi scolastici . Si potrà scegliere tra quattro diverse tipologie di testo: analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale, tema storico e tema di attualità. Ecco, all’apertura delle fatidiche buste con le tracce, tra cosa hanno potuto scegliere i ragazzi: per l’Analisi del testo “Versicoli quasi ecologici” di Giorgio Caproni, tratta dalla raccolta Res Amissa; per il Saggio breve di ambito artistico-letterario “La natura tra minaccia e idillio nell’arte e nella letteratura”, materiali a disposizione: Operette Morali di Giacomo Leopardi, Tutte le poesie di Eugenio Montale, Poesie di Giovanni Pascoli e le Ultime lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo. Quadri: Bufera di neve: Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi di William Turner e Idillio primaverile di Giuseppe Pellizza da Volpedo; per l’ambito socio-economico: “Nuove tecnologie e lavoro” Materiali a disposizione: “Allarme Onu: i robot sostituiranno il 66% del lavoro umano”, articolo di Enrico Marro, pubblicato su Il Sole 24 Ore; per l’ ambito storico-politico: “Disastri e ricostruzione”, materiali a disposizione: testi di Giorgio Boatti, Alvar Gonzales Palacios e del Principe di Machiavelli; per l’ambito tecnico-scientifico “Robotica e futuro tra istruzione, ricerca e mondo del lavoro”, materiali a disposizione: testi: All’indire un incontro sulla robotica educativa di Fabiana Bertazzi e citazioni dal sito web della Scuola universitaria superiore ‘Sant’Anna’ di Pisa. Per il tema di argomento storico: “Il miracolo economico italiano”, materiali a disposizione: testi di Piero Bevilacqua ed un brano di Paul Ginsborg da “Storia d’Italia dal dopoguerra a oggi”; tema di ordine generale:  “Il progresso”, materiali a disposizione: si parte da una citazione di Edoardo Boncinelli – genetista e appassionato grecista – “Per migliorarci serve una mutazione”

Per domani, invece, è prevista la seconda prova scritta, con materie specifiche a seconda dell’indirizzo di studio: latino per il liceo classico, matematica per lo scientifico,lingua straniera per il linguistico, le principali.  Le tracce di domani cambiano a seconda dei vari indirizzi di studio. Per tanto, anche la durata della prova non è uguale per tutti. Nella maggior parte dei casi gli studenti hanno a disposizione 6 ore per terminare la prova, ma ci sono alcune eccezioni. Al liceo classico, ad esempio, ce ne sono solo quattro per finire la versione, nei licei artistici la prova dura tre giorni per 6 ore al giorno, ad eccezione del sabato e della domenica, e nei licei musicali due giorni. In fondo alla traccia c’è l’indicazione del Ministero che sancisce il numero delle ore.

La terza prova, il “quiz”: si svolgerà lunedì 26 giugno 2017 in contemporanea in tutti gli istituti italiani. Le materie oggetto delle domande del cosiddetto quizzone sono scelte dalle singole commissioni. Ha carattere multidisciplinare e verte su non più di cinque materie dell’ultimo anno di corso e non meno di quattro. Consiste nella risposta a quesiti singoli o multipli, nella soluzione di problemi o di casi pratici e professionali o nello sviluppo di progetti ed è strutturata in modo da consentire anche l’accertamento della conoscenza di una lingua straniera.

Per la prova orale invece, le date di inizio e fine sono stabilite dai singoli istituti; il colloquio orale di maturità accerta le conoscenze e le competenze sugli argomenti dell’ultimo anno. Anche quest’anno è prevista la presentazione di una tesina (o percorso), cartacea o multimediale, e si potrà iniziare l’esame con un argomento a scelta. Durante la prova d’esame la Commissione farà le domande al candidato e, nella fase finale, vengono commentate e riviste le prove scritte.