«Le Organizzazioni sindacali FILT- CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI convocate, su loro richiesta, presso la presidenza della Provincia, dal presidente Tamburrano, hanno discusso sui collegamenti da e per la stazione di Taranto, per dare la possibilità alla comunità tarantina e della provincia di poter usufruire del treno Frecciarossa che collega Taranto con Roma – Firenze e Milano.» Lo rende noto un comunicato della Federazione Unitaria dei Trasporti ionica.

«Il Presidente della Provincia – prosegue la nota sindacale – ha dato ampia disponibilità a creare i collegamenti, a fronte di un utilizzo fattivo e concreto del servizio da parte dei cittadini. È convinzione della Provincia il dover garantire una mobilità sostenibile , ma nello stesso tempo dare un servizio dove vi sia una richiesta corposa e consistente.
Per questo motivo si è convenuto tra Presidente della Provincia, FILT-CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI e CTP, di pubblicizzare il progetto di collegamento tra aziende di trasporto pubblico locale e il treno Frecciarossa, al fine di riscontrare l’esigenza effettiva della comunità tarantina.
Nello stesso incontro si è condiviso il progetto di collegare Taranto con San Giovanni Rotondo che sarà effettuato a breve dall’azienda CTP S.p.A. di Taranto.
Le Organizzazioni sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI, soddisfatte dell’incontro avuto con il Presidente della provincia, si attiveranno congiuntamente all’azienda di trasporto CTP di Taranto al raggiungimento dell’obbiettivo prefissato per garantire un servizio efficiente e soddisfacente.

Purtroppo – conclude la nota sindacale, le scriventi segreterie dei trasporti rilevano la mancata convocazione da parte del Sindaco sui medesimi temi, posto che analoga richiesta di incontro è stata inoltrata anche al primo cittadino al fine di rendere più efficiente il collegamento urbano da e per la stazione di Taranto in coincidenza dell’arrivo a Taranto del Frecciarossa intorno alla mezzanotte