Il #fertilityday è lo spazio di incontro sui temi della fertilità e sui rischi del progressivo invecchiamento della popolazione nel nostro Paese. 

“L’aumento dell’infertilità nell’uomo e nella donna è una delle cause della denatalità nel nostro Paese, insieme a fattori sociali, culturali ed economici. Secondo i dati Istat, nel 2015 le nascite sono state 488 mila, 15 mila in meno rispetto al 2014 e nuovo minimo storico dall’Unità d’Italia. Il 2015 è stato il quinto anno consecutivo di riduzione della fecondità, giunta a 1,35 figli per donna mentre l’età media delle madri al parto è salita a 31,6 anni.

Oggi nel mondo, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il 15-20% delle coppie viene colpita da infertilità e sono in continuo aumento le persone (oltre 300 milioni) che si ammalano per una malattia sessualmente trasmissibile. Anche nel nostro Paese, quasi una coppia su cinque ha problemi di infertilità, 20 anni fa era circa una su dieci. Circa il 40% delle cause di infertilità riguarda la donna, l’altro 40% l’uomo e un 20% la coppia.

La maggior parte delle persone si accorge di avere problemi di infertilità quando tenta di avere un figlio. In alcuni casi è tardi per porvi rimedio. Per questo motivo è importante conoscere il proprio corpo, incluso il proprio apparato riproduttivo, e prendersi cura, fin da bambini, della propria salute, sia generale sia sessuale. Inoltre, non tutti sanno che moltissimi problemi riguardanti la sfera sessuale e riproduttiva dipendono da comportamenti sbagliati in giovane età. E che proprio l’età governa la fertilità della donna: scende infatti dopo i 35 anni in modo naturale. Mentre sia nell’uomo sia nella donna col passare del tempo aumentano i problemi per malattie, stili di vita inadeguati, l’esposizione dannosa a sostanze inquinanti.

Ma l’infertilità si può prevenire e curare. Su questo sito scopriremo insieme come sono fatti e come funzionano gli apparati riproduttivi maschile e femminile, qual è il miglior modo per prendersene cura, quali sono i fattori, le malattie e i comportamenti che proteggono la fertilità. Anche che cosa si può fare per proteggere la propria fertilità in caso di cure oncologiche.

Il #fertilityday vuole essere uno spazio di incontro per parlare e confrontarsi sui temi della fertilità e sui rischi per il nostro Paese del progressivo invecchiamento della popolazione, frutto della combinazione di denatalità e longevità. E su come ognuno di noi può contribuire a guardare con più ottimismo al futuro.”

Tratto dalle informative rilasciate dal Ministero della Salute sul sito dedicato al Fertility Day 2016.