Sono state avviate da Aeroporti di Puglia le procedure tecniche e amministrative finalizzate all’organizzazione, alla progettazione e all’allestimento degli spazi per la realizzazione della Fiera Internazionale dell’Aerospazio che si svolgerà presso l’Aeroporto di Grottaglie dal 25 al 27 marzo 2020.

“Prosegue, così, con impegno e grande determinazione, il percorso di avvicinamento a questo grande appuntamento che porterà per tre giorni, presso lo scalo grottagliese “Marcello Arlotta”, le eccellenze delle start up e delle imprese innovative italiane, i grandi “key player” dell’industria aerospaziale e quelli del sistema dei capitali in Italia e all’estero, per confrontarsi sulle prospettive di sviluppo del comparto aerospaziale e per mettere in relazione il sistema dell’offerta dei prodotti, delle tecnologie e dei servizi, riferiti ai velivoli autonomi con la relativa domanda pubblica e privata, oltre che con gli investitori.”

E’ quanto dichiara Mino Borraccino, Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia.

Mediterranean Aerospace Marching

L’evento, denominato “Mediterranean Aerospace Marching”, sarà anche l’occasione per promuovere opportunità di investimento e favorire i processi di internazionalizzazione produttiva e di rafforzamento della competitività delle imprese pugliesi della filiera dell’aerospazio che rappresenta, oggi, uno dei settori trainanti per tutta la nostra economia, ponendosi come una vera e propria eccellenza a livello non solo italiano.

Obiettivo: Voli Passeggeri

foto Social Mino Borraccino

“Sono molto soddisfatto e orgoglioso per il lavoro che la Regione Puglia e, in particolare, l’Assessorato allo Sviluppo Economico, sta compiendo, in collaborazione con Aeroporti di Puglia e con il Distretto Tecnologico Aerospaziale, in vista di questo grande appuntamento che conferma la grande attenzione con la quale il Governo regionale, a cominciare dal Presidente Michele Emiliano, guarda alle prospettive di sviluppo dell’aeroporto di Grottaglie non solo come scalo industriale o come fulcro del distretto dell’aerospazio, ma anche in vista del suo utilizzo per i voli di linea per i passeggeri, come dimostrano i tanti lavori in corso o in procinto di partire per il miglioramento dell’aerostazione e l’adeguamento ai più avanzati standard di sicurezza, o per gli interventi di ampliamento del piazzale di sosta e la via di rullaggio, al fine di rendere l’infrastruttura sempre più adeguata non solo per i voli cargo ma anche per gli aeromobili civili.”

E’ quanto dichiara Mino Borraccino, Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia.

“In questo contesto, anche grazie alla realizzazione della ZES Jonica, l’aeroporto tarantino potrà certamente svolgere un ruolo sempre più strategico e di primissimo piano, contribuendo a proiettare Taranto, la sua provincia e tutta la Puglia nel futuro, garantendo sviluppo per il territorio e occupazione soprattutto per i più giovani.”