«La Regione Puglia non ha una strategia  per adeguare  il sistema della formazione professionale alle richieste del mercato». È quanto emerso dall’audizione dell’assessore al Lavoro, Sebastiano Leo, chiesta da Francesca  Franzoso, consigliere regionale di Forza italia, sul  sistema della Formazione professionale.

«A fronte di richieste sempre più specialistiche, provenienti  dal mercato del lavoro – dichiara Franzoso – la Puglia continua  a finanziare  una formazione  molto generalista, che non risponde alle esigenze del mercato. La scelta dei profili da formare è quasi sempre demandata agli enti di formazione del territorio. Il rapporto Excelsior di Unioncamere, per i trimestre   marzo-maggio 2019 stima in circa 64 mila unità le opportunità di lavoro in Puglia. Ma, sempre secondo il bollettino, il numero di ingressi  previsto  si scontrerà con una carenza di candidati che arriva a sfiorare, per alcune categorie professionali, anche il 70 per cento.

A  marzo scorso, la proiezione  delle richieste  è stata di  5.820 operai specializzati, tra cui conduttori di impianti e macchine, e  3.100 figure tecniche ad alta  specializzazione. Tra queste, per la categorie di ingegneri, progettisti e professioni assimilate, l’indice di difficoltà di reperimento è stata calcolata pari al 69% per cento. Stando alle risposte dell’assessore, riteniamo che la Regione debba rivedere gli aspetti strategici sulla formazione professionale e stilare una lista di profili  aggiornati, adeguati all’evoluzione del mercato del lavoro. Occorre cioè prevedere corsi di formazione per qualificare i  giovani in base alle richieste del territorio e delle imprese».