Nella serata di sabato 2 maggio  è stata inaugurata la nuova sede di Forza Italia di Fragagnano, in via Cesare Battisti n.7; sono intervenuti i vertici regionali e provinciali di Forza Italia: l’onorevole Luigi Vitali, coordinatore regionale, Lorenzo De Carlo, vicecommissario provinciale, Francesca Franzoso, vicecoordinatore regionale e capolista per Taranto alle elezioni regionali in Forza Italia, e Pietro Lospinuso, candidato alle elezioni regionali

Nell’occasione è stato presentato a iscritti e simpatizzanti di Forza Italia Bruno Di Palma, il nuovo coordinatore cittadino di Fragagnano di Forza Italia che si è detto onorato della grande responsabilità di rilanciare il partito a Fragagnano. Lorenzo De Carlo, dopo aver riportato il saluto di Michele di Fonzo, commissario provinciale impossibilitato ad intervenire per una improvvisa indisposizione, ha confermato l’impegno di Forza Italia a riorganizzare in terra jonica il partito, un programma ormai avviato che vedrà a breve l’inaugurazione di nuove sedi, come a Fragagnano appunto, nei principali centri della provincia e nel capoluogo.

Francesca Franzoso si è detta felice di partecipare a questa iniziativa che segna anche a Fragagnano la nascita di una nuova vita per Forza Italia, soprattutto perché avviene con la partecipazione di coloro che rappresentano la “memoria storica” del centrodestra in questa comunità; Francesca Franzoso ha poi confermato il suo impegno, quale candidata capolista in Forza Italia alle elezioni regionali, per rappresentare i valori autentici del partito che, fin dai primi anni Novanta con la sua “discesa in campo”, ha in Silvio Berlusconi il suo leader a livello nazionale.

Naturalmente la manifestazione, concomitante con la consegna delle liste alle elezioni regionali, ha rappresentato l’occasione per l’onorevole Luigi Vitali per una “chiamata alle armi” per i simpatizzanti ed iscritti a Forza Italia di Fragagnano, che il coordinatore regionale ha esortato ad impegnarsi in questa campagna elettorale per garantire al partito il massimo consenso.

Tra i passaggi più applauditi del discorso di Luigi Vitali, sicuramente quello in cui ha illustrato ai tantissimi cittadini che hanno gremito la sala, i diversi momenti che hanno portato Silvio Berlusconi a decidere di candidare a presidente alla Regione Puglia Adriana Poli Bortone, una decisione scaturita dalla repentina e inaspettata decisione di Francesco Schittulli di porsi non più come candidato presidente di tutto il centrodestra pugliese, ruolo del quale era stato investito da mesi, ma come candidato di parte dello schieramento, cosa che Berlusconi non ha accettato riuscendo a individuare in poche settimane una candidata presidente e una coalizione alternativa credibile e vincente.