Il sindaco di Francavilla Fontana interviene sui social con un post per aggiornare la comunità sulla situazione in atto.

“Anche oggi la Polizia Locale di Francavilla Fontana ha svolto un controllo serrato – in divisa e in borghese – del rispetto delle misure di precauzione, multando persone che non indossavano la mascherina pur essendo in compagnia e intervenendo all’interno di circoli privati i cui frequentatori pensavano forse di essere dotati di superpoteri che rendono immuni dal virus. Intanto hanno scoperto di non essere immuni dalle sanzioni.

Ogni riunione in un luogo chiuso di più persone appartenenti a nuclei familiari diversi – che si tratti di lavoro o di intrattenimento – è potenzialmente una causa di trasmissione dell’infezione.

La situazione in Italia resta critica, al punto che nuove Regioni sono state dichiarate rosse o arancioni e i prossimi giorni saranno decisivi per stabilire la collocazione della Puglia rispetto alla mappa del rischio.

Pertanto vi chiedo di non considerare l’atteggiamento rigoroso delle Forze dell’Ordine nella nostra Città come un’inaccettabile intrusione nella vostra vita.

Perchè abbiamo il dovere di tutelare la nostra salute nel pieno di un’emergenza sanitaria e soltanto riducendo la socialità rallentiamo la corsa del contagio.

In questo momento non sono in grado di prevedere che cosa accadrà a Natale e nei prossimi mesi, non so se potremo riunirci con le nostre famiglie o se saremo costretti a scambiare gli auguri attraverso lo schermo del telefono.

Ma terremo Francavilla Fontana illuminata come in questo scorcio di via Benanduci, che di recente abbiamo allestito con le luci che vedete in foto, perchè – non c’è alcuna ragione per negarlo – abbiamo bisogno anche della speranza.

Grazie per tutti i vostri sforzi.”