Dopo il grande successo della consultazione online delle scorse settimane per individuare i progetti da finanziare con il bilancio partecipato, la cittadinanza sabato 12 e domenica 13 dicembre è nuovamente chiamata ad esprimersi sulla piattaforma Francavilla Partecipa per decidere chi sarà il primo o la prima Garante dei diritti delle persone con disabilità della storia di Francavilla Fontana.

Francavilla Fontana si appresta ad un doppio passaggio altamente prestigioso – dichiara l’Assessore alla Partecipazione Sergio Tatarano non solo sta per dotarsi, sull’esempio delle più avanzate e sensibili realtà locali, di una figura che sarà il difensore dei diritti di persone discriminate da decenni , ma lo sta facendo attraverso un metodo che non ha precedenti in Italia sul piano della partecipazione democratica, ossia l’elezione diretta da parte della cittadinanza. Il mio in bocca al lupo alle tre persone candidate, tutte molto preparate.

Analogamente alla precedente consultazione per esprimere il proprio voto sarà sufficiente registrarsi alla piattaforma inserendo il codice fiscale, la data di nascita ed un indirizzo di posta elettronica. Potranno esprimere una preferenza tutte le persone residenti a Francavilla Fontana che abbiano compiuto la maggiore età.

Tre i candidati ammessi alla consultazione. Si tratta di Roberto Angelini, Grazia Carucci e Gabriella Nenna.

Roberto Angelini è attivo da tempo nel mondo dell’associazionismo e si batte per i diritti delle persone con disabilità. Attualmente è Vicepresidente di Eidos 72029, referente provinciale e membro del consiglio direttivo dell’Associazione Disabili Attivi e Segretario della Asd Villa Castelli Calcio. Conosce da vicino le difficoltà con cui si scontrano quotidianamente le persone con disabilità ed è da sempre in prima linea per la promozione dei diritti e per la piena inclusione.

Grazia Carucci è una biologa molecolare. Sin da giovanissima è vicina al fratello affetto da SMA 2, vivendo le difficoltà delle persone con sua disabilità motoria. Nella sua visione il percorso per l’inclusione deve nascere dalla scuola, luogo fondamentale dove abbattere l’idea del “diverso”. Sostiene che la comunità deve impegnarsi per fornire supporti reali facilmente accessibili alle famiglie con disabilità in disagio economico, per abbattere ogni forma di barriera.

Gabriella Nenna è una Psicologa e Psicoterapeuta ad indirizzo Psicodinamico. Completa la sua formazione collaborando con Csm, Niat, Consultori e con il Centro di ricerca interdisciplinare sul linguaggio di Unisalento. Ha lavorato negli istituti superiori come esperto dell’integrazione di studenti con disabilità e in un Centro diurno per disabili. Dal 2017 lavora nell’ambito dell’accoglienza e dell’integrazione. Collabora con la Gazzetta del Mezzogiorno.