Il consigliere comunale Cosimo Annicchiarico informa attraverso i social di aver presentato presso l’ufficio protocollo del Comune di Grottaglie, una mozione a nome del Gruppo Consiliare di Poliέtica, che rappresenti un atto di indirizzo politico-amministrativo del Consiglio Comunale di Grottaglie per il Sindaco e la Giunta Municipale sull”istituzione di una sala pubblica del commiato per il funerale laico.

Questo il testo della mozione, inviata al Presidente del Consiglio Comunale ed al Sindaco, ai sensi dei commi 1 e 2 dell’art. 31 del vigente Statuto Comunale, sotto forma di schema di deliberazione di atto di indirizzo:

Oggetto: “Istituzione di una sala pubblica del commiato per funerali laici”.

Il Consiglio Comunale di Grottaglie 

considerato
• che le Amministrazioni Comunali sono tenute a realizzare locali dignitosi per la celebrazione ed il ricordo dei defunti non appartenenti ad alcuna confessione religiosa o, in ogni caso, differente dalla cattolica;
• che la città di Grottaglie vanta una sensibilità etnica, culturale e religiosa che si esprime nel pluralismo etico delle diverse concezioni del mondo e nel rispetto del supremo principio costituzionale della laicità ed imparzialità dello Stato e delle sue Amministrazioni locali;
• che non esiste nessuna sala per cerimonie funebri laiche o adatta per confessioni religiose diverse da quella cattolica;
• che si rende ormai necessaria la creazione di uno spazio neutro, ovvero privo di qualsiasi simbolo che richiami ad una qualsiasi confessione, adatto alle cerimonie di commiato funebre;

visto
quanto premesso nello Statuto Comunale “GROTTAGLIE CITTA’ MEDITERRANEA – Grottaglie, pacifica città mediterranea, è una comunità che vive nella storia il valore della democrazia in conformità ai principi costituzionali e alle norme internazionali che riconoscono, come innati ed inalienabili della persona umana, il diritto alla vita, il diritto alla libertà di pensiero, di coscienza, di religione o credo, il diritto alla libertà di espressione e di associazione”, in un tutt’uno con i Principi di azione, ivi espressi all’art. 5, comma 1, che recita “Il Comune di Grottaglie fonda la propria azione sui principi di libertà, di eguaglianza, di solidarietà e di giustizia indicati dalla Costituzione e concorre a rimuovere gli ostacoli di ordine economico, sociale e culturale che ne limitino la realizzazione”;
atteso
che il Comune si faccia promotore d’iniziative volte ad assicurare ad ogni cittadino e, particolarmente, a chi non intende avvalersi di un funerale religioso, una cerimonia funebre dignitosa, garantendo a chi lo richieda la disponibilità di un luogo consono alla circostanza e, ove richiesta, una presenza Istituzionale che, partecipando alla cerimonia, ne significhi il “carattere civile”;

impegna
la Giunta a verificare, nel rispetto delle normative e dei regolamenti urgenti, la fattibilità di svolgimento di funzioni funebri civili, in particolare attraverso l’individuazione di un locale idoneo.

Seguiremo i prossimi giorni l’accoglimento o respingimento della mozione.