PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

In un periodo in cui si tenta di rilanciare l’agricoltura in Italia, settore che continua a fare da forza trainante anche in un periodo di crisi prolungata, molte sono le iniziative nate a sostegno di una rivalorizzazione dei terreni. Nell’ultimo biennio molti giovani sono tornati a lavorare nel settore primario, spesso come proseguimento di un percorso post-laurea.
Non è un caso che proprio quest’anno il ministero per le politiche agricole abbia stanziato 160 milioni per i giovani interessati a fare impresa, favorendo un ricambio generazionale in un’area spesso sottovalutata.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802

Questa rivalutazione del settore non è però esclusiva del belpaese: molte sono le aziende estere che puntano sulla modernizzazione dell’agricoltura, specie nelle modalità di gestione aziendale. Il connubio di tradizioni millenarie e ultime innovazioni tecnologiche sta aprendo un mare di possibilità: le recenti pratiche aziendali vertono da un lato sulla costante automazione dei macchinari, dall’altro sulla maggiore diffusione offerta dall’inarrestabile digitalizzazione.
Il caso più eclatante è quello dei droni. Grazie alla loro prospettiva aerea riescono a monitorare i terreni in tempi estremamente ridotti, velocizzando i processi di ottimizzazione di risorse idriche e fertilizzante. Sicuramente un risparmio di tempo per gli agricoltori, abituati a monitorare le coltivazioni via terra tramite l’impiego di maggior forza lavoro.
Sotto quest’ottica vanno anche visti i tentativi di automazione di trattori e macchine movimento terra: un esempio su tutti l’americana Autonomous Tractor, azienda che sfrutta sistemi GPS integrati sui macchinari per un monitoraggio da remoto.

Non è un mistero che queste innovazioni comportino un investimento rilevante per piccole e medie, molto spesso riluttanti a prendere rischi date le attuali condizioni finanziarie. Proprio per venire incontro a questa mancanza di mezzi, spesso fondamentali per la sopravvivenza di un’impresa, si diffondono in rete iniziative con attitudine cooperativa, dove il focus è incentrato sulla condivisione dei mezzi di produzione. Quest’opzione sta prendendo piede negli ultimi anni e deve mgran parte del suo successo al web, dando dimostrazione di quanto le nuove tecnologie abbiano cambiato il modo in cui intendiamo il mondo del lavoro in tutti i suoi settori.
L’elenco di innovazioni in agricoltura è alquanto esteso, tanto che ad esserne influenzata è anche la ricerca stessa dei macchinari. Piattaforme quali TradeMachines, azienda tedesca che offre un motore di ricerca per macchinari e strumenti da lavoro usati, dimostrano quanto grande sia il potenziale offerto da un settore che vanta una storia millenaria.

In un clima di innovazioni, ricambio generazionale e digitalizzazione, non è impossibile individuare uno spiraglio di luce per uscire da una storica empasse finanziaria. La strada è ancora lunga ed in salita, ma si spera possa portare ad un ripensamento, per il meglio, di politiche e strutture aziendali. Questi esempi, sebbene legati principalmente al lavoro agricolo, portano una ventata di novità in un settore che ha gettato le basi della nostra cultura.

PUBBLICITA\'. Per questo spazio tel: 3477713802