“Il Direttore Generale dell’Asl di Taranto ha illustrato alla Conferenza dei Sindaci un piano per individuare nuovi posti letto da destinare alle cure dei pazienti affetti da Covid. Prevedendo un incremento dei casi, in maniera progressiva, alcuni Ospedali saranno riconvertiti integralmente in plessi dedicati ad ospitare esclusivamente i pazienti Covid. Per altri ospedali, fra cui il nostro, viene indicata, invece, una soluzione di tipo promiscuo con riconversione di alcuni reparti (Medicina, Cardiologia e successivamente Pediatria) a strutture Covid e il mantenimento di altri reparti all’attuale funzione.

La proposta non ci convince pertanto abbiamo adottato un delibera di Giunta per rilevare le criticità di questo piano invitando la Regione e l’Asl a rivedere la loro posizione”.

E’ quanto comunica il sindaco di Martina Franca intervenendo sui social.

“Data la sua conformazione architettonica, infatti, il nostro Ospedale non assicura accessi e percorsi differenziati e ciò è rischioso in termini di contagio. Non possiamo dimenticare che nei mesi scorsi si sono rivelate positive proprio le soluzioni che hanno visto interi complessi ospedalieri dedicati al Covid e che sul territorio sono presenti strutture ospedaliere non utilizzate che possono essere adibite a reparti dedicati ai pazienti affetti da Covid.”

Aggiunge il sindaco.

“Abbiamo, inoltre, sollevato la necessità che, in questa situazione di emergenza così grave, anche le cliniche private, che rappresentano il 60% dei posti letto delle provincia di Taranto, debbano essere coinvolte per dare il loro apporto. Gli ospedali pubblici devono continuare ad assicurare il diritto alla salute per tutti garantendo l’accesso sicuro ai Pronto Soccorso e alla medicina di urgenza, tradizionalmente e quasi esclusivamente assicurato dalle strutture pubbliche.”

Ecco la Delibera di Giunta