«In questi giorni i cittadini di Grottaglie in fila agli sportelli bancari e postali si stanno chiedendo perchè pagare la Tasi (tassa sui servizi indivisibili) al 2,5 per mille sulla prime case che è il massimo consentito, mentre sulle seconde case a 1,2 per mille che sommate al 9,4 per mille dell’IMU, si arriva al massimo previsto dalla legge nazionale che è il 10,6 per mille?» Ritorna sulla questione tasse e servizi Ciro Gianfreda, capogruppo PDL-FI nel consiglio comunale di Grottaglie.

«Il Sindaco Alabrese – afferma Gianfreda – ha affermato che la colpa è del Governo Nazionale, perchè sta facendo tagli sui trasferimenti agli Enti Locali e questo è in parte anche vero. Solo che il Sindaco dimentica che tra Tasi e IMU nel 2014 incasserà in più oltre 400.000€ , rispetto a quanto incassava quando c’era l’IMU sulla prima casa. Sempre il cittadino si chiede ma lo chiede anche al Sindaco, ma il governo Renzi non fà parte dello stesso partito del Sindaco Alabrese (PD) ? Cosi come anche il precedente Enrico Letta? Forse il governo centrale Sindaco Aalabrese, le sta chiedendo di razionalizzare la spesa, renderla più efficiente e eliminare gli sprechi? Il Governo Centrale non ha mica detto di aumentare le aliquote al massimo come sta facendo Lei sig. Sindaco?E se anche volessimo tenere la tassazione cosi elevata il cittadino Grottagliese si chiede, perché dobbiamo avere delle opere pubbliche cosi fatiscenti, degradate e in completo abbandono.”

“Difatti – aggiunge Gianfreda il cittadino Grottagliese ha ragione da vendere, basta uscire dall’ufficio postale di via Martiri d’Ungheria dove il cittadino arrabbiatissimo si reca per pagare le tasse e a poche decine di metri dall’Ufficio del Sindaco Alabrese troviamo due delle tante opere pubbliche Grottagliesi che dire in cattivo stato è un eufemismo. La prima è il Parcheggio con la sottostante Depositeria Comunale in completo stato di degrado. L’altra anch’essa a pochi metri dall’Ufficio Postale e a meno di 350 mt. dalla sede Comunale, su via Oberdan, troviamo la ex Scuola Materna Pellari completamente abbandonata e saccheggiata da vandali e ladri che hanno portato via di tutto. Già nel marzo 2012, personalmente sono intervenuto, denunciando in una corposa nota lo stato di attuazione, o meglio di non attuazione, del Piano annuale delle opere pubbliche 2012, regolarmente approvato e in cui già allora, era prevista la ristrutturazione del Parcheggio di via Martiri D’Ungheria per un importo di 250.000€ , finanziato con fondi comunali dell’avanzo di amministrazione. La cosa più scandalosa è che se andiamo più in dietro circa quattro anni fà, precisamente nel Piano annuale delle Opere Pubbliche del 2010, già troviamo la realizzazione della Ristrutturazione del Parcheggio di via Martiri di Ungheria e in cui, si prevedeva di finanziare l’opera con 90.000€ di fondi comunali e 160.000€ con un prestito presso la Cassa DD.PP.”

Continua la sua azione di opposizione il già candidato Sindaco alle ultime elezioni Ciro Gianfreda, oggi consigliere per Forza Italia.

“Nel 2012  fui deriso e attaccato dall’Assessore ai Lavori Pubblici Alfonso Annicchiarico che è ancora oggi assessore nello stesso settore, il quale dall’alto della sua esperienza dichiaro sulla stampa : “Fuori luogo e prive di fondamento le affermazioni rese a mezzo stampa dall’Ing. Ciro Gianfreda, Capogruppo del Pdl in Consiglio comunale. Nel puntare il dito nei confronti della nuova Giunta Alabrese, Gianfreda richiama l’attenzione su una presunta mancata attuazione del Piano Triennale delle Opere Pubbliche e in particolare di quelle programmate per l’anno 2012. A seguito di quanto dichiarato, pare che la sua esperienza ultradecennale in Consiglio Comunale, pur se vissuta sempre tra i banchi dell’opposizione per volere dell’elettorato, non gli sia bastata a comprendere che la maggior parte delle opere previste nel piano annuale e in quello triennale, iniziano il loro iter procedurale nell’anno indicato, ma trovano la loro concreta attuazione negli anni successivi.”

Scuola-Pellari-4 Scuola-Pellari-2 Scuola-Pellari-5 Scuola-Pellari-3 Scuola-Pellari-1

 

Ora caro Assessore Annicchiarico e Sindaco Alabrese – accusa Ciro Gianfreda, capogruppo PDL-FI nel consiglio comunale di Grottaglie, siamo al 18 Ottobre 2014, a quasi quattro anni dall’approvazione del Piano Annuale dell OO.PP. 2010, in cui era già programmata la Ristrutturazione del Parcheggio di via Martiri d’Ungheria e che Lei questo anno ha spostato nel 2015. Quanti anni dobbiamo ancora aspettare per avere i lavori di Ristrutturazione del Parcheggio? Lei Assessore Annicchiarico e Sindaco Alabrese, avete sicuramente qualche volta parcheggiato la vostra macchina in quel parcheggio per recarvi negli uffici comunali, è possibile che non vi siete mai accorti dello stato di Degrado in cui versa quella struttura? E’ possibile che dal 2012 che mancavano i pluviali ancora oggi non gli avete fatti rimettere , almeno per non continuare a far distruggere quella struttura? E’ possibile che non vi accorgete che vi sono evidenti segni di degradazione del calcestruzzo in moltissimi punti e che il ferro si sta arrugginendo ed è visibile? E’ possibile che Lei Sindaco Alabrese non si accorge delle erbacce che sono nelle fioriere e che non vengono pulite come vedono tantissimi cittadini grottagliesi? Eppure quel parcheggio viene utilizzato da chi si reca nel centro storico e dovrebbe essere il nostro biglietto da visita per i forestieri che vengono a visitare il cuore della Nostra Città. Che vergogna. Io già nel 2012 vi avevo chiesto di Ristrutturare quell’opera e di rispettare la programmazione delle opere pubbliche, invece mi avete ignorato e quasi deriso, cosa state aspettando? Che il parcheggio si degradi completamente cosi, invece di spendere solo 250.000€ ne spenderemo forse oltre un milione di euro per ricostruirlo? Un completo fallimento.”

La situazione di degrado di alcune strutture e aree della città di Grottaglie sono oggetto delle pesanti accuse verso il Sindaco e  verso l’assessore Alfonso Annicchiarico.

“Altra vergogna – aggiunge ancora Gianfreda – è la Scuola materna ex Pellari di via Oberdan ormai abbandonata a se stessa (in alto un video della GirWebTV con clip girate nel 2012 da Davide Chiovara) , che nel piano triennale delle OO.PP. approvato nel 2013 era prevista come recupero e ristrutturazione nel 2015, in quello approvato il 30 settembre 2014, invece la ristrutturazione è stata spostata nel 2016. Nel frattempo la scuola materna ex Pellari è stata saccheggiata e distrutta. Di questo passo e con questa Amministrazione Alabrese, chi sa in quale anno la Pellari vedrà il suo recupero e adeguamento , restituendola cosi hai nostri bambini che invece sono costretti a stare in ambienti ormai datati nella scuola di fronte. Inoltre da quando è stata chiusa la scuola, hanno rubato di tutto, gli infissi, i cavi elettrici, i quadri elettrici , i tombini, e non solo. Anche il giardino esterno, ormai completamente abbandonato, ha quasi ricoperto con la vegetazione tutte le aree di passaggio esterno facendo saltare le pavimentazioni. Infine, l’ interno di questa scuola è stata usata dal Comune come archivio – deposito , difatti sono presenti anche dei faldoni dispersi sul pavimento, con documenti dell’ufficio anagrafe contenenti dati sensibili alla mercé di chiunque. Una vera e propria incapacità amministrativa a gestire il nostro patrimonio pubblico.”

Una situazione insostenibile secondo il consigliere di Forza Italia considerati anche gli aumenti delle tasse.Il Sindaco Alabrese e la sua Giunta –conclude Gianfreda – sa solo tartassare i cittadini Grottagliesi , ricambiandoli con la sua inerzia e incapacità ad avere un parco progetti pronto a reperire finanziamenti utili a finanziare la ristrutturazione e il mantenimento del nostro patrimonio pubblico, senza che questo si distrugga prima. Invece è sotto gli occhi di tutti i cittadini Grottagliesi, lo stato di degrado e abbandono di queste due strutture, questo Sindaco con la sua Giunta , sanno solo aspettare che gli edifici si degradino per demolirli cosi come hanno fatto per la ex Biblioteca Comunale e poi realizzare la Piazza Cafforio che è anche in stato di abbandono , per poi demolirla e ricominciare. Demolire , Ricostruire, Demolire, Ricostruire…………. Non sanno fare altro. Che vergogna. Dimettetevi farete meno danni per Grottaglie e questa città ritornerà punto di riferimento per l’intera Provincia di Taranto. Ciro, io Demolisco e Ricostruisco. Demolisco e Ricostruisco…”.