«Quello che sta accadendo in queste ore con la proroga oltre il 30 settembre, dei provvedimenti organizzativi relativi al “piano estivo” è veramente vergognoso.» Lo dichiara testualmente Ciro Gianfreda, Commissario cittadino di Forza Italia e Consigliere comunale di Grottaglie

«Si sta tentando di giustificare il prolungarsi dei provvedimenti relativi al “piano estivo” che doveva durare solo per i mesi da Luglio a Settembre – prosegue Gianfreda, in quanto allineati al Piano di Riordino Ospedaliero Regionale che di fatto non è stato ancora approvato, anzi, in data 20 settembre 2016, nella seduta della III Commissione Consiliare – Sanità della Regione Puglia, il Piano di Riordino Ospedaliero è invece stato bocciato. Tutto questo in sfregio alla volontà della Comunità locale Grottagliese e Tarantina e delle Istituzioni che la rappresentano che non vengono minimamente ne considerate, ne ascoltate».

Gianfreda punta il dito contro il presidente della regione Puglia, evidenziando che le decisioni adottate avranno come conseguenza la necessità per molti residenti nella provincia ionica di spostarsi fuori provincia o regione per poter ricevere cure adeguate alle loro patologie.

«Una cosa deve essere chiara – afferma Gianfreda, i cittadini di Grottaglie ma non solo, non si faranno prendere in giro, la misura è colma, se la delibera dell’Asl, di proroga dei tagli non verrà subito ritirata, e non si prenderà in considerazione anche l’Ordine del giorno approvato nell’ultimo Consiglio Comunale di Grottaglie tenuto nel mese di Settembre e approvato all’unanimità. Ordine del giorno in cui si facevano delle proposte chiare e fattibili sulla riorganizzazione del “San Marco”, facente parte integrante del P.O.C., insieme al Santissima Annunziata di Taranto e al Moscati di Statte. Forza Italia, insieme ai cittadini di Grottaglie e dell’intero comprensorio degli 11 Comuni che fanno riferimento al “San Marco”, scenderà di nuovo in Piazza e la protesta sarà dura e senza sconti».