Parte da Taranto il progetto “Gli angeli” che il giovane cantautore e studente del Liceo Musicale “Giovanni Paisiello” di Taranto, Gaetano De Michele ha realizzato con le proprie risorse e che vuole far conoscere al grande pubblico.

Si tratta di un’opera che ha coinvolto alcuni ragazzi disabili e le associazioni collegate, e che già vede l’adesione di tanti personaggi della musica e dello spettacolo i quali stanno dando un valido contributo nella divulgazione del progetto in ogni ambito mediatico (tv, radio, blog, web, quotidiani, riviste, spettacoli musicali e tanto altro). I contenuti del progetto vogliono cercare di sensibilizzare i cittadini alla promozione di una cultura dell’integrazione che prenda spunto dai valori della musica.

Così presenta il progetto il suo ideatore: “Mi chiamo Gaetano De Michele, nato a Taranto il 01/02/1996, sono un cantautore e studio al conservatorio della mia città natia, il conservatorio Giovanni Paisiello.
Ho studiato inizialmente con il maestro Mario Rosini (giunto secondo al Festival di Sanremo 2004) in seguito con Antonio Stragapede e attualmente studio anche privatamente con il maestro Maurizio Zappatini (vocal coach di Francesco Renga, Elisa, Ligabue e Caterina Caselli).
Sono stato spesso invitato a molteplici eventi organizzati da associazioni che si occupano di ragazzi diversamente abili.
Un anno fa contatto diverse associazioni, le prime di Taranto, l’ADVI “Bruno Lodeserto” Associazione Donne Volontarie Italiane con il presidente Wanda Lodeserto, la seconda ANFFAS e la terza a Milano APL (Associazione Paraplegici Lombardia) con il presidente Mario Ponticello e descrivo loro la mia idea; ovvero un progetto denominato “GLI ANGELI”: far scrivere ai ragazzi di codeste associazioni frasi e pensieri che estrapolate serviranno per comporre un brano musicale presente in un album dedicato. Una volta pubblicato l’album, parte dei proventi della vendita, concorrerà ad aiutare le associazioni coinvolte nel progetto.

Così l’avventura è iniziata e con le parole dei ragazzi disabili scrivo il brano grazie all’aiuto di Vincenzo Messina (pianista ufficiale di Francesco Renga) che a sua volta chiede una mano al suo collega Diego Corradin (batterista ufficiale di Fiorella Mannoia). Entrambi a costo zero e senza scopo di lucro hanno donato il loro tempo per questa nobile causa musicando lo stesso brano. Anche il maestro Giuseppe Di Gioia di Castellaneta, dopo avergli delucidato il mio progetto si è reso anch’egli disponibile a costo zero mi ha fatto registrare il brano (ormai ultimato).
Ho contattato vari artisti del mondo dello spettacolo che mi hanno inviato un video messaggio dove leggono le restanti frasi dei ragazzi e con il supporto degli stessi artisti testimoniano la loro solidarietà, tali video saranno “assemblati” per il videoclip finale con i ragazzi diversamente abili. In particolare ho avuto il piacere di incontrare e conoscere ad un evento Tony Hadley (voce degli Spandau Ballet) che ha dato la sua massima disponibilità per il progetto benefico.

Studio attualmente al conservatorio non sono un personaggio pubblico, non cerco gloria, ma credo fortemente che si possa fare qualcosa di concreto per codeste associazioni, non ho agenzie al seguito, non ho manager, non ho avuto finanziamenti per il progetto, non ho nessuno che mi segue artisticamente parlando… cosa primaria che neanche mi interessa.

Con la collaborazione di uno staff vogliamo presentare questo progetto nel mondo. Attraverso la musica, la danza e alcuni video vogliamo far conoscere il Progetto “Gli angeli” con uno spettacolo che prevede la presentazione dei brani che sono incisi nel CD (che Gaetano canterà dal vivo), la visione del videoclip del singolo “Gli angeli” che sta spopolando sul web con la partecipazione dell’attore Barese Mingo De Pasquale (oltre 200 mila visualizzazioni nei primi giorni di uscita sul canale YouTube).

Assieme ad un presentatore Gaetano racconterà il percorso d’incontro con i ragazzi disabili e quest’ultimi si esibiranno in un balletto assieme ai ballerini delle scuole di danza che li hanno affiancati.