Conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri n. 19 ( Immagini messe a disposizione con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT: http://www.governo.it)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie, ha esaminato diciotto leggi delle Regioni e delle Province Autonome e ha quindi deliberato:

  • di impugnare
    1. la legge della Regione Puglia n. 32 del 16/07/2018, recante “Disciplina in materia di emissioni odorigene”, in quanto varie norme, introducendo specifiche disposizioni volte a disciplinare le procedure di autorizzazione integrata ambientale (AIA) e di valutazione di impatto ambientale (VIA), si pongono in contrasto con sia l’art. 117, secondo comma, lettere l) e  s), della Costituzione, che riserva allo Stato la competenza legislativa in materia di ordinamento penale e di tutela dell’ambiente e dell’ecosistema, sia con gli articoli 123 e 117, sesto comma, della Costituzione, riguardanti la disciplina statutaria delle Regioni e la potestà regolamentare delle stesse;
    2. la legge della Regione Puglia n. 39 del 16/07/2018, recante “Disciplina dell’attività di trasporto di viaggiatori mediante noleggio di autobus con conducente”, in quanto varie norme riguardanti l’esercizio dell’attività di noleggio violano l’art. 117, secondo comma, lettera m), della Costituzione, che assegna allo Stato la competenza legislativa esclusiva in materia di determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale;
  • di non impugnare
    1. la legge della Regione Molise n. 5 del 18/07/2018, recante “Variazione al bilancio di previsione pluriennale per il triennio 2018-2020, ai sensi dell’articolo 51, comma 1, del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118”;
    2. la legge della Regione Puglia n. 38 del 16/07/2018, recante “Modifiche e integrazioni alla legge regionale 24 settembre 2012, n. 25 (Regolazione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili)”;
    3. la legge della Regione Puglia n. 30 del 16/07/20, recante 18 “Modifiche alla legge regionale 23 marzo 2015, n. 13 (Disciplina del pescaturismo e dell’ittiturismo)”;
    4. la legge della Regione Puglia n. 31 del 16/07/2018, recante “Modifiche alla legge regionale 24 marzo 2014 n. 9 (Norme sull’impresa olearia)”.