Nel Decreto Ristori 6.695.778,25 euro per la didattica digitale integrata sono destinati alle scuole pugliesi.

Una somma questa, che fa parte degli 85 milioni di euro stanziati a livello nazionale che permetteranno di colmare il gap digitale delle nostre scuole dotando tutti, soprattutto le studentesse e gli studenti meno abbienti, di dispositivi e connessioni. Tra i territori che beneficeranno di questa misura anche Grottaglie con 66.397 euro, Martina Franca con 80.800, Massafra con 57mila, Crispiano con 27.450, Ginosa con 32.380, Castellaneta con 38.600.” Così il deputato grottagliese Gianpaolo Cassese annuncia l’arrivo imminente dei fondi per le scuole anche sul territorio ionico. “Si tratta di una azione particolarmente importante soprattutto per gli studenti delle aree interne e del Sud, che vivono uno svantaggio nel campo della disponibilità all’utilizzo della rete e dei dispositivi digitali. E’ pertanto una iniziativa che ha un valore ulteriore antidiscriminatorio e dunque inclusivo” spiega il deputato.

“Il Governo, e in particolare la ministra dell’Istruzione Azzolina, sta mettendo in campo ogni misura per fronteggiare al meglio la pandemia, limitare il più possibile le conseguenze negative sulla scuola di questa fase drammatica per tutti, e investire in innovazione prosegue Cassese. “Nonostante l’impegno che sta dimostrando il Ministero della pubblica istruzione continuiamo però a leggere tante stupidaggini, falsità, numeri e cifre buttate a casaccio, per alimentare un clima di malumore e di sfiducia nelle istituzioni. Credo che questo lato della medaglia sia il più cupo della fase difficilissima che stiamo vivendo a causa di una pandemia che non demorde” aggiunge il deputato e conclude: “Aldilà delle appartenenze politiche di ciascuno, non si può negare che dopo anni di tagli indiscriminati alla scuola pubblica, lo Stato finalmente oggi è presente.”