Pochissime ore fà un nuovo sbarco ha portato a Taranto altre 1200 migranti salvati dal mare dalla Marina Militare nell’operazione Mare Nostrum. La provincia jonica, nonostante le sue mille difficoltà, non ha esitato un attimo a farsi carico di questa emergenza.

Oltre alla città capoluogo e ad altri comuni limitrofi (Martina, Massafra, Crispiano) anche Grottaglie ha fatto la sua parte ospitando nei giorni scorsi 120 profughi salvati dal mare e dalle guerre da cui scappano.

La città di Grottaglie ha fatto sinergia. Si è stretta in grande spirito di fraternità e collaborazione. Oltre che amore e affetto. Molti protagonisti della vita sociale e politica della nostra comunità hanno lasciato da parte bandiere, opinioni e divergenze politiche e ideologiche per accogliere nel migliore dei modi i migranti.

A poche ore dalla partenza dell’ultimo autobus che accompagnato i migranti in strutture più attrezzate fuori regione, Carlo Caprino, che vi ha raccontato tutte le operazioni di accoglienza a Grottaglie, ha incontrato Mauro Liuzzi, consigliere comunale, facente parte anche lui della grande organizzazione grottagliese messa in piedi per allentare l’emergenza umanitaria.