Anche quest’anno, come da tradizione, Grottaglie si appresta a onorare il suo figlio più illustre, il santo gesuita Francesco De Geronimo. Alle ore 18,45 una caratteristica processione (in alto un video di alcuni anni fà) porterà le Venerate Immagini di Maria SS.ma della Mutata e di San Francesco De Geronimo dal Monastero di Santa Chiara alla Chiesa Matrice.

[rev_slider preparativisanfracesco]

Le celebrazioni eucaristiche verranno animate dalle Comunità Parrocchiali e Religiose grottagliesi e presiedute secondo il calendario seguente:

Venerdì 29 agosto, ore 19,00: don Ciro Monteforte, parroco della parrocchia Maria SS.ma del Rosario; sabato 30 agosto, ore 19,00: don Emidio Delli Santi, parroco della parrocchia Madonna delle Grazie; domenica 31 agosto, ore 9,00: don Franco Spagnulo, parroco della parrocchia Santa Maria in Campitelli; lunedì 1 settembre, ore 19,00 don Pasquale Laporta, parroco della parrocchia Maria SS.ma del Monte Carmelo; martedì 2 settembre, ore 19,00: p. Salvatore Palmino O.M. parroco della parrocchia San Francesco di Paola; mercoledì 3 settembre, ore 19,00: don Andrea Casarano parroco della parrocchia S. Maria della Croce – Montemesola (Ta); giovedì 4 settembre, ore 19,00: don Antonio Fina parroco della parrocchia SS.mo Sacramento; venerdì 5 settembre, ore 19,00: padre Florio Quercia, Superiore della Comunità dei Padri Gesuiti di Grottaglie; sabato 6 settembre, ore 18,00: don Eligio Grimaldi, parroco della Collegiata; subito dopo la santa Messa si terrà la solenne processione dei venerati simulacri della Madonna della Mutata, di San Francesco De Geronimo e di San Ciro per le principali vie della città.

Infine domenica 7 settembre, alle ore 19.00, la celebrazione eucaristica presieduta da mons. Filippo Santoro Arcivescovo Metropolita di Taranto, concluderà degnamente il programma religioso.

Nutrito e interessante anche il programma civile approntato con la collaborazione di varie associazioni e personalità del mondo artistico e culturale.

Si inizia sabato 30 Agosto, in Chiesa Madre, alle ore 20.00, con la relazione del prof. Rosario Quaranta su: La parafrasi poetica della Salve Regina di P. Francesco De Geronimo; cui seguirà la Presentazione della Pluriassociazione ONLUS “S. Francesco De Geronimo” e delle attività programmate, a cura del dott. Ciro De Vincentis; e l’Omaggio a S. Francesco De Geronimo, con l’esecuzione della canzoncina spirituale Dio ti salvi Regina da parte del Coro della Pluriassociazione, diretto dal maestro Salvatore Abatematteo.

Ecco gli altri appuntamenti:

Domenica 31 agosto, Chiesa Madre, ore 20.00: Elhoim Gospel Choir in concerto, a cura del maestro Vito D’amicis.

Lunedì 1 settembre, Chiesa Madre, ore 20.00: Concerto all’organo rinascimentale. Organista Federica Iannella.

Mercoledì 3 settembre – Piazza Regina Margherita, ore 20.30: I Briganti del Duca in “Pizzica e allegria”, a cura del prof. Armando Donatelli.

Giovedì 4 settembre, ore 20.00 – Santuario S. Francesco De Geronimo (centro storico): Il Canzoniere Popolare Grottagliese, diretto dal maestro Salvatore Abatematteo, in “Ricordi in armonia”; ore 21.00 – Piazza S. Francesco De Geronimo (Quartiere delle Ceramiche): Il Piccolo Teatro di Grottaglie, guidato dal prof. Cosimo Piergianni, in: “La Divina Provvidenza”; ore 22.00 – Piazza S. Francesco De Geronimo (Quartiere delle Ceramiche): Gruppo Revival 2000 in “Canti della tradizione popolare italiana”, a cura di Michele Pierri.

Venerdì 5 settembre, ore 18.00 – Torretta dell’Orologio: Il Teatro della Fede con Alfredo Traversa in “Che ora è?”; ore 21.00 – Santuario S. Francesco De Geronimo (centro storico): L’Associazione Musicale Jonica Paisiello in: “Concerto per pianoforte e arpa”, a cura del maestro Nunzio Dello Iacovo.

Sabato 6 settembre, Piazza Regina Margherita, ore 21.30: Omaggio ai Cantautori: Carmine Fanigliulo in concerto; ore 24.00 – zona adiacente piscina comunale scoperta: spettacolo di fuochi pirotecnici a cura della premiata ditta Cav. Medaglia d’oro Colangelo da Avigliano (PZ).

Anche quest’anno – commenta fiducioso l’arciprete d. Eligio Grimaldi – Grottaglie saprà dare, grazie all’impegno e alla collaborazione di tanti amici e devoti, una attestazione corale di ammirazione, di affetto e di devozione verso il suo Patrono Principale del quale riscoprirà in particolare il grande amore verso la Vergine Maria che egli era solito salutare col canto: “Dio ti salvi Regina / e Madre universale / per cui amor si sale / in Paradiso...”.