Partito il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. Per la prima volta l’Istat rileva, con una cadenza annuale e non più decennale, le principali caratteristiche della popolazione dimorante sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.

Il nuovo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni non coinvolge tutte le famiglie italiane, ma solo un campione di esse: nel 2018 saranno intervistate circa un milione e 400 mila. L’Istat rilascerà annualmente, con i propri canali, informazioni necessarie ai decisori pubblici (Stato, Regione, Provincia, Comune) alle imprese, alle associazioni di categoria, a enti e organismi che le utilizzeranno per programmare in modo ragionato, pianificare attività e progetti, erogare servizi ai cittadini italiani e agli stranieri che vivono in Italia e monitorare politiche e interventi sul territorio.

Il censimento nel 2018 interesserà poco più di 540 famiglie residenti nel Comune di Grottaglie per le due attività previste da Istat: campionamento areale e campionamento da lista.

Il campionamento areale sarà basato su una serie di indirizzi e/o di aree, selezionate casualmente da Istat, nelle quali si intervisteranno tutte le famiglie che vi hanno dimora abituale, circa 140, mentre quello da lista sarà svolto tramite intervista diretta di oltre 400 famiglie selezionate casualmente sull’intero territorio comunale.

Alle famiglie saranno richieste informazioni sulle caratteristiche dell’abitazione in cui vivono, sulla disponibilità di automobili e di posti auto e, ad ogni singolo componente del nucleo familiare, informazioni anagrafiche, informazioni sulla cittadinanza, l’istruzione, l’eventuale attività svolta e lo spostamento per recarsi al luogo di studio o di lavoro.

Le famiglie residenti negli indirizzi selezionati da Istat per il campionamento areale saranno censite direttamente dai rilevatori muniti di tesserino di riconoscimento presso le proprie abitazioni nel periodo compreso tra il 10 ottobre e il 20 dicembre 2018. Nella prima settimana di ottobre le famiglie residenti in queste aree sono state preventivamente avvisate dai rilevatori di zona tramite locandine affisse negli atri dei palazzi e lettere imbucate nelle cassette della posta.

Quelle interessate dal campionamento da lista hanno ricevuto da Istat, nei primi giorni di ottobre, le lettere informative con le credenziali per compilare direttamente il questionario online. In alternativa, a partire dall’8 ottobre 2018 e sino al 20 dicembre 2018, gli interessati potranno recarsi presso l’ufficio comunale di censimento, negli orari concordati, per farsi aiutare nella compilazione via internet, oppure aspettare il rilevatore che li censirà, presso il proprio domicilio a partire dal 7 novembre.

I cittadini che, dopo la metà ottobre, non avranno ricevuto lettere dall’Istat o comunicazioni dai rilevatori incaricati del censimento areale o dall’Ufficio Comunale di Censimento potranno considerarsi non interessate dalla tornata censuaria del 2018.

I 7 rilevatori del Comune di Grottaglie, impegnati nelle due diverse attività, sono muniti di apposito cartellino di riconoscimento e tablet. I rilevatori sono tenuti a esibire, a richiesta, un documento di riconoscimento. S’informa inoltre, che l’addetto alla rilevazione non chiederà mai firme, password di alcun genere o denaro.

Il Comune di Grottaglie ha costituito l’Ufficio Comunale del Censimento (UCC), al quale dall’8 ottobre 2018 ci si potrà rivolgere in caso di chiarimenti e delucidazioni nei seguiti giorni e orari:

  • dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 11:30
  • martedì e giovedì dalle ore 15:30 alle ore 17:00

Il nuovo Censimento ISTAT

Il 1° ottobre 2018 parte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. Il Censimento permette di misurare le principali caratteristiche socio-economiche della popolazione dimorante abitualmente in Italia.

Per la prima volta l’Istat effettua la rilevazione censuaria con cadenza annuale e non più decennale, il che consente di rilasciare informazioni continue e tempestive.

A differenza delle passate tornate censuarie, il Censimento permanente non coinvolge più tutte le famiglie nello stesso momento, ma solo un campione di esse. Ogni anno le famiglie chiamate a partecipare sono circa un milione e quattrocentomila.

Il nuovo censimento è comunque in grado di restituire informazioni rappresentative dell’intera popolazione, grazie all’integrazione dei dati raccolti con le diverse rilevazioni campionarie svolte (la rilevazione detta areale e quella da lista) con quelli provenienti dalle fonti amministrative. I principali vantaggi introdotti dal nuovo disegno censuario sono un forte contenimento dei costi della rilevazione e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie.

La famiglia può essere chiamata a partecipare a una delle due diverse rilevazioni campionarie oppure non essere coinvolta dall’edizione in corso del censimento.