I consiglieri comunali del Gruppo Consiliare “Articolo UNO”, Francesco Donatelli, Massimo Serio e Aurelio Marangella, hanno presentato la seguente INTERROGAZIONE al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale:

“Numerosi cittadini hanno segnalato un increscioso fatto accaduto il 7 settembre scorso al Parco della Civiltà. In occasione di uno spettacolo musicale organizzato nel suddetto parco, di proprietà comunale, i gestori hanno preteso il pagamento dell’ingresso sotto forma di “consumazione obbligatoria” come scritto nel relativo manifesto.

Tale preteso pagamento ha di fatto impedito a numerose famiglie non interessate all’evento, di poter usufruire di una struttura pubblica con annesse altalene e giochi per l’infanzia creando non poco disagio a causa del mancato utilizzo per i bambini.

 Purtroppo quanto sopra evidenziato non è l’unico caso di “appropriazione” di aree pubbliche per fini privati da parte di gestori di esercizi commerciali, eludendo obblighi e pagamenti dovuti alla pubblica amministrazione, a volte anche con il tacito consenso da parte di chi dovrebbe vigilare.

Si assiste infatti a situazioni incresciosi, come ad esempio, in Piazza Unicef e in Piazza di Via Lombardia che andrebbero quantomeno verificate le modalità d’uso da parte degli uffici comunali competenti. Ma vi sono anche innumerevoli e “piccoli” casi di analoghi abusi in diversi esercizi commerciali, regolarmente autorizzati all’occupazione di suolo pubblico, ma di fatto occupando aree più estese impedendo così il passaggio sui marciapiedi di pedoni, passeggini di bambini e carrozzine per disabili come più volte denunciato in Consiglio Comunale.

Premesso quanto sopra i sottoscritti consiglieri comunali

INTERROGANO

l’amministrazione comunale per sapere:

  1. Se è a conoscenza della situazione relativa all’accaduto nel Parco della Civiltà il 7 settembre scorso che ha provocato disagio ai cittadini;
  2. Se sui biglietti di ingresso vi fosse il timbro della SIAE essendo collegati ad uno spettacolo musicale;
  3. Se non ritenga opportuno far svolgere una sistematica indagine al Comando di Polizia locale su tutti gli esercizi commerciali per accertare eventuali abusi e, soprattutto, garantire lo spazio sufficiente per il passaggio sui marciapiedi di pedoni, bambini e diversamente abili.”