La delegazione dei commissari di Aces Italia e Aces Europe, Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport, è in visita a Grottaglie per conoscere da vicino i contenuti della candidatura a Città Europea dello Sport 2020. Al convento dei Cappuccini, i commissari hanno preso parte ad una conferenza stampa-dibattito aperta alle realtà sportive e ai cittadini.

“Le prime impressioni sono molto positive – ha dichiarato il presidente Aces Italia Vincenzo Lupattelli -. Non è una candidatura nata dall’alto, mi sembra venga proprio dalla cittadinanza. L’Aces ha come obiettivo il portare avanti ed aumentare la base dello sport. A Grottaglie, le percentuali sono già molto alte. Auspichiamo che aumentino dal programma che andrà avanti da qui al 2020”.

I commissari hanno posto, durante la conferenza, nella parte definita ‘difesa della candidatura’, alcune domande agli amministratori e ai referenti sportivi, dai progetti con le scuole al tema dell’educazione alimentare. Le loro valutazioni saranno consegnate alla commissione di Aces Europe, che indicherà, alla fine di ottobre 2018, quali delle città in lizza otterranno il titolo. “I vantaggi sono molteplici – ha chiarito Lupattelli, in merito alla candidatura -. Facciamo parte di un circuito internazionale, in questi anni più di 500 comuni europei hanno partecipato alla competizione. Si entra, con la vittoria, nel network europeo di Città europee dello sport. E’ importante la voglia, da parte della comunità, di migliorare la pratica dello sport. A livello locale, provinciale e regionale, occorrerà che le amministrazioni sostengano e siano sensibili, per sostenere il comune vincitore”.

Alla conferenza, alla quale hanno partecipato tanti club e associazioni sportive, presidenti degli stessi, allenatori e numerosi atleti, in molti giovanissimi, sono intervenuti il sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò, il vicesindaco ed assessore allo sport del Comune di Grottaglie Vincenzo Quaranta, il presidente di Aces Italia Vincenzo Lupattelli ed altri rappresentanti della delegazione, Daniela de Vincentis, dirigente dell’Ufficio cultura e sport del Comune di Grottaglie, Michelangelo Giusti, in rappresentanza del Coni regionale, Giuseppe Pinto, presidente regionale del Cip Comitato italiano paralimpico, Toni Urselli, in rappresentanza delle associazioni del territorio. Presenti anche la Marina Militare e le associazioni di volontariato. E’ stato illustrato il dossier sulla candidatura: 84 pagine, oggi all’attenzione dei commissari Aces, che spiegano qual è la realtà sportiva del territorio grottagliese, quali sono gli impianti riqualificati e quelli in fase di ristrutturazione, i progetti di ammodernamento, le attività delle associazioni e i club sportivi locali, con una particolare attenzione verso gli sport paralimpici, che coniugano i valori insiti nella pratica sportiva con quelli di inclusione e uguaglianza.

Ai commissari è stato infine donato il cadeau istituzionale in ceramica realizzato appositamente da un ceramista grottagliese.

Nelle due giornate del 26 e 27 luglio, i commissari Vincenzo Lupattelli, Pasquale Alfieri, Michele Zittucro, Gianfranco Mastrangelo e Nicola Deliso, sono stati condotti in un percorso per conoscere le realtà sportive, le strutture e gli impianti, ma anche il patrimonio storico, architettonico, paesaggistico e culturale del comune ionico.

La candidatura di Grottaglie al titolo di Città europea dello sport è promossa dall’Amministrazione comunale di Grottaglie ed è stata curata, in particolare, dall’assessorato allo sport e dall’ufficio cultura e sport. Nel progetto, sposato dalla Regione Puglia – assessorato allo sport, dalla Provincia di Taranto, dal Coni Puglia e dal Cip (Comitato italiano paralimpico), sono coinvolti cinquanta associazioni sportive e club del territorio.

Il Premio Città Europea dello Sport 2020

ACES Europe nel 2013 ha dato seguito ad una nuova iniziativa finalizzata a riconoscere la Città Europea dello Sport che meglio rappresenta i principi e gli obiettivi generali di ACES Europe. Il 5 maggio 2013 a Guimaraes, il Presidente Gian Francesco Lupattelli ha incaricato la Fondazione Sportiva Municipale di Valencia di valutare le candidature per la “Miglior Città Europea dello Sport” (Best European City of Sport).

La finalità di questo premio è di incentivare un più attento sviluppo dell’anno europeo dello sport riconoscendo i meriti della città che ha organizzato il programma migliore nel rappresentare i valori di ACES Europe.

I premi sono stati assegnati:

Come si valuta la candidatura di Grottaglie

La valutazione si basa su due prospettive. Una prima, più quantitativa che misura l’impatto del programma sugli obiettivi, tenendo conto del numero di azioni messe in atto e del numero dei partecipanti.

La seconda prospettiva di analisi o valutazione si riferisce agli aspetti qualitativi e tiene in conto la qualità delle azioni, il raggiungimento degli obiettivi e del programma in generale.

Questa seconda prospettiva o approccio verrà analizzata solo se il punteggio quantitativo sarà adeguato.

Gli indicatori utilizzati sono i seguenti :

Attività sportive popolari (12 punti)

  • In ambito locale (0,1 punto/attività)
  • In ambito nazionale o internazionale (0,2 punti/attività)

    Partecipanti (10 punti)

    • Persone (0,1 punto/1000 partecipanti)
    • Enti (0,1 punto/10 enti coinvolti)
    • Pubblico (0,1 punto/1000 persone)
    •  Volontari (0,1 punto/100 persone)

Attività sportive competitive (8 punti)

  • In ambito locale (0,1 punto/attività)
  • In ambito nazionale (0,2 punti/attività)
  • In ambito internazionale (0,3 punti/attività)

    Attività di divulgazione (5 punti)

    • Conferenze (più giorni) (0,3 punti/attività)
    • Conferenza (tempo ridotto a un giorno) (0,1 punto/attività)
    • Eventi culturali (0,1 punto/attività)
    • Ricerche (0,1 punto/attività)
    • Pubblicazioni (0,1 punto/ attività)

      Investimenti (5 punti, 0,1 punto/10000 €) Impatto mediatico (5 punti)

  • Con mezzi di comunicazione di massa (0,1 punto/azione)
  • Attraverso reti sociali/internet (0,2 punti per ciascun profilo e rete sociale

    mantenuta attiva ed in forma permanente)

  • Altro (0,1 punto/azione)

    Attività sportive orientate allo sport inclusivo (3 punti, 0,1 punto/attività) Nuove proposte per attività sportive (2 punti, 0,1 punto/attività)

Risultati e nomina

Il 15 ottobre 2018 comunicheremo l’esito della valutazione. In caso di esito positivo, il municipio dovrà:

  • partecipare alla cerimonia di consegna delle Ciotole di benemerenza per lo sport europeo presso il Salone d’onore del CONI che si terrà a Roma durante la prima settimana di novembre 2019
  • partecipare al Gran Galà di ACES Europe per la consegna della bandiera ufficiale che si terrà presso il Parlamento Europeo a Bruxelles a metà novembre 2019, coinvolgendo i parlamentari europei del proprio territorio

Visualizza le foto gallery degli eventi Consegna delle Ciotole (2015 e 2016) e Gran Galà (2015 e 2016) cliccando sul relativo anno.