«È giusto come cittadino preoccuparsi degli aspetti ambientali che riguardano il territorio dove si vive (mi riferisco alla manifestazione recentemente organizzata contro l’ampliamento della discarica). Però da cittadino mi domando ma perché Grottaglie ha le più basse percentuali europee di differenziato?» Lo scrive nella sua segnalazione il Sig. Sergio Lulli.

«Spesso – prosegue il Sig. Lulli – le immagini valgono più delle parole. Davanti a comportamenti come questi purtroppo la storia ci insegna che ci vuole solo repressione. Basterebbero delle telecamere. Poi l’evoluzione sarebbe la cultura ambientale; ma forse è chiedere troppo.

Le immagini che vi allego sono state scattate davanti casa mia in un piazzale in Via Nicola Calipari. Una strada confinante in periferia con evidente concentrazione di persone maleducate che prima di entrare in paese utilizzano i cassonetti come isola ecologica .

Giornalmente – conclude il Sig. Lulli – assisto a scene di questo genere, a cui contribuiscono anche imprese edili che riversano macerie provenienti da ristrutturazione edili»