L’Amministrazione Comunale di Grottaglie e le Guardie Zoofile ambientali dell’Associazione “Fare Ambiente”, con sede a Palagiano e rappresentate dal Presidente, Giuseppe Carabotto, hanno firmato una convenzione, operativa fine luglio, per lo svolgimento di un nuovo servizio di vigilanza ambientale sul territorio comunale.

Le Guardie zoofile a Grottaglie

Le Guardie, con compiti di Polizia Giudiziaria e Amministrativa, e riconoscibili dalla divisa blu (invernale) e verde (estiva), simile a quella della Polizia Locale, o altrimenti dalle pettorine e dai tesserini identificativi, stanno svolgendo una sorveglianza a piedi o con le auto di servizio, con l’indicazione “guardie zoofile”, in piena sinergia con il Comando della Polizia Locale.

Salvare animali e protegge il verde cittadino

A loro è affidato il compito di salvaguardare il benessere degli animali e soprattutto proteggere le aree verdi della città, ma presteranno particolare attenzione anche al decoro della città sanzionando, quando necessario, coloro i quali sporcano o inquinano, come quei cittadini che non effettuano con la dovuta attenzione la raccolta differenziata e i proprietari di cani che hanno la cattiva abitudine di non raccogliere le deiezioni canine così come previsto da ordinanza comunale.

“Nei giorni scorsi, inoltre, stanno attuando una campagna di informazione circa la legge regionale n. 2 del 7 febbraio 2020 in materia di protezione animale, verificando la presenza del microchip sui cani a passeggio in città con il proprio padrone, così come la presenza di bustine utili alla raccolta delle deiezioni e della museruola, che deve essere portata con sè. Ricordiamo che registrare il proprio cane all’anagrafe canina, con il relativo microchip, è obbligatorio per legge ed il mancato rispetto comporta sanzioni pecuniarie. La campagna informativa che le guardie zoofile stanno attuando è proprio quella di verificare la presenza del microchip e, in caso di assenza, notificare al momento l’avviso di iscrizione all’anagrafe entro 15 giorni dalla notifica dello stesso. “Operazione decoro” potremmo definirla quella che l’amministrazione D’Alò sta attuando in questi mesi. Ambiente più protetto e città più pulita, grazie alle quali il cittadino potrà finalmente camminare senza dovere effettuare l’ormai “consueto” slalom tra le deiezioni e i rifiuti, spesso ingombranti, abbandonati sui marciapiedi e negli slarghi più nascosti.

Cosi il sindaco Ciro D’Alò.