Tanti gli argomenti toccati dal Sindaco di Grottaglie, Ciro D’Alò, nella sua conferenza stampa relativa alla partenza della cosiddetta “Fase 2” e dedicata ad illustrare i diversi provvedimenti che l’Amministrazione ha messo in campo in questo periodo.

Cosa succede dopo il 4 maggio

Sulla base di quanto previsto dall’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, si prevede l’apertura delle attività di produzione e somministrazione di cibi da asporto con orario dalle 4:00 alle 23:00; la decisione – assunta riunione del Centro Operativo Comunale con Protezione Civile e Forze dell’Ordine – verrà dopo confermata dopo la riunione con il Prefetto.

Per venire incontro alle esigenze dei cittadini e consentire ai gestori una migliore distribuzione dei carichi di lavoro, si prevede la proroga della apertura degli esercizi commerciali sino alle 20:00, in base anche alle ore di luce disponibili in questo periodo.

Il cimitero riaprirà il 4 maggio con gli orari già previsti, l’ingresso sarà contingentato a massimo 50 persona per volta per un tempo di circa 20 minuti controllato da protezione civile, da gestire anche in base al numero di persone in attesa di accedere.

Al momento non riaprono i parchi pubblici in città ed in periferia, per la oggettiva difficoltà di assicurare il controllo delle regole di distanziamento sociale, per problemi di controllo. Si prevede comunque una loro apertura in un secondo momento, anche sulla base di eventuali successive decisioni da parte di Governo e Regione.

Rimangono chiuse anche le aree giochi, che non sono state aperte dal DPCM e che quindi rimangono interdette all’uso del pubblico.

Sospesa la ZTL da 4 maggio a 1 giugno

Verrà sospesa dal 4 maggio a 1 giugno la Zona a Traffico Limitato nel centro storico.

La decisione è stata assunta per consentire un mogio svolgimento del servizio alle attività commerciali e di somministrazione di alimenti d’asporto. A giugno la decisione sarà riesaminata anche in base alle eventuali successive decisioni da parte di Governo e Regione.

Arriva l’Asporto, oltre alla consegna a domicilio

Per tutte le attività non sarà consentita la consumazione di alimenti all’interno o nelle immediate vicinanze delle stesse, e non saranno neppure consentiti assembramenti, rimanendo valide tutte le prescrizioni relative al distanziamento sociale. Il Sindaco ha particolarmente insistito su questo punto, invitando i cittadini ad essere collaborativi, anche per non mettere in difficoltà le attività commerciali.

Attività commerciali

Rimane confermata la chiusura domenicale di tutte le attività commerciali; unica deroga la apertura di domenica mattina dei fiorai, da definire con successiva ordinanza sindacale.

Cimitero e Isola Ecologica

Tante le ripartenze all’inizio di maggio: oltre alla apertura del cimitero, riapre al pubblico dal 5 maggio anche l’isola ecologica nei pressi della stazione ferroviaria.

Parte la Fase 2 dell’amministrazione comunale

Nella seconda fase della amministrazione comunale si prevede per lunedì la approvazione bilancio preventivo.

Una fase delicata con due obbiettivi – ha specificato il Sindaco Ciro D’Alò – il bilancio ha avuto importantissimi tagli rispetto allo scorso anno, ridotto all’osso, impossibile ridurlo ancora senza tagliare servizi essenziali. Si tratta di un bilancio tecnico e non politico, scritto sulla base del parere dei revisori dei conti. Il bilancio è stato redatto in base alla situazione ante coronavirus e non tiene conto delle attuali incertezze del Governo in merito ai trasferimenti finanziari.

Qualsiasi spesa della amministrazione comunale – ha rimarcato Ciro D’Alò – deve essere sottoposta ad attenta verifica della disponibilità economica affermano i revisori dei conti. Avendo sospeso i tributi sino a giugno il primo semestre 2020 non ha portato incasso di tributi e quindi il futuro dipende anche dalle decisioni del governo e della Regione Puglia.

Deve essere chiaro – ha puntualizzato il primo cittadino grottagliese – che il bilancio serve per consolidare le esigenze dei servizi offerti dalla amministrazione comunale. Se ci saranno tagli da fare il Governo se ne assume la responsabilità .

Non è il bilancio del sindaco o della maggioranza, ma un bilancio della città – ha affermato ancora D’Alò, serve un fronte comune per rivendicare il ruolo delle amministrazioni locali per assicurare i servizi alla collettività. Non entro nel dibattito politico ma faccio appello alle forze responsabili della città ed anche alle forze di centrosinistra e centrodestra che vorranno mostrare senso di responsabilità per rimettere in piedi il tessuto economico e sociale della città.

Altra ragione che spinge ad approvare il bilancio preventivo – ha chiarito D’Alò – è la vittoria di numerosi bandi pubblici; essendo disponibili in conto capitale circa 10 milioni di euro per opere pubbliche è indispensabile mettere in circolo queste somme, che costituiscono una iniezione di denaro liquido che consente di far lavorare imprese di costruzione, bar e ristoranti e prestatori di servizi. Se si rinvia il bilancio, si rinviano le opere pubbliche e si rinviano le spese che possono essere fatte.”

Molti progetti ai nastri di partenza

In queste settimane sono stati approvati molti progetti; gli uffici comunali hanno continuato a lavorare nonostante permessi e congedi anche grazie alo smart working.

Tra gli altri, sono stati approvati i progetti esecutivi di Rigenerazione urbana, quelli che riguardano il posizionamento delle basole stradali e e l’adeguamento della fogna bianca del centro storico, oltre alla manutenzione Palazzo Fornari. Il Centro storico sarà oggetto di ulteriori azioni di recupero e tra queste è previsto l’adeguamento di immobili di proprietà comunale da sistemare e mettere a disposizione di cittadini bisognosi.
Al via anche la progettazione del recupero della seconda ala dell’ ex convento dei Cappuccini, entro l’estate si prevede la approvazione del progetto esecutivo e la messa a gara dei lavori.

Verranno completati nei prossimi giorni i lavori di adeguamento della piazzetta davanti scuola don Sturzo, sarà avviata la sistemazione del manto stradale in città, programmato il recupero delle aree in zona Portella delle Ginestre e della piazzetta in zona 167 nord con la area giochi da rendere fruibile per l’estate.

Lunedì ripartono anche i lavori di piazza Verdi, sospesi dopo la segnalazione fatta alla Soprintendenza a seguito del ritrovamento di residui ceramici rivelatisi poi di nessun valore storico e artistico. Dopo l’ulteriore ritardo per la messa in sicurezza dei cavi elettrici scoperti sotto la pavimentazione si prevede che entro un mese dalla ripresa verranno ultimati i lavori.

E’ inoltre in fase di approvazione il progetto esecutivo per il rifacimento marciapiedi di via Marconi, che si integrerà con il rifacimento della stessa piazza Verdi.

Si parte con la raccolta differenziata dei rifiuti

In fase di partenza il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti. Si attendeva lo sblocco per le necessarie attività burocratiche da completare. Il 6 maggio è prevista una riunione con la società vincitrice della gara e le parti sociali, in modo che nel giro di un mese si possa far partire il servizio di igiene urbana, già previsto per il 21 di aprile.

Dei 30 dipendenti attualmente in carico alla amministrazione comunale, ne rimangono in carico sei alla amministrazione e sono stati stabilizzati 5 LSU che da decenni erano sempre soggetti ad un destino precario.

Verso una soluzione la questione subcomparti

Martedì dopo la approvazione del bilancio, si procederà con una delibera ad affidare l’incarico ad professionista esterno per supportare l’ufficio tecnico comunale nella definizione della questione sub comparti, non solo della zona C.

Verranno elaborate proposte da portare in consiglio comunale, discutere e approvare. Verrà inoltre realizzata la variante al piano regolatore derivante da una sentenza giudiziaria.

Il sindaco ha poi affrontato la polemica sui costi di costruzione, affermando che le le contestazioni vengono strumentalmente dai responsabili di questa situazione. “La corte dei conti – ha spiegato Ciro D’Alò – ha condannato la amministrazione comunale per non aver adeguato i costi. Dopo il bilancio verrà discussa la delibera per adeguare i costi previsti in base a quanto previsto dalla legge e se sarà necessario verranno adottati gli opportuni provvedimenti.

Non c’è nessuna voglia di escludere nessuno dalla discussione – affermato D’Alò, fa bene a tutti discutere gli argomenti della città.”

Aeroporto

Verrà inoltre portata in Consiglio Comunale la variante richiesta da Aeroporti di Puglia per la realizzazione di opere accessorie all’aeroporto, presentata nei giorni scorsi dalla società che gestisce l’aerostazione.

Nuove risorse per i buoni spesa

Verrà pubblicato un nuovo bando per elargire le ultime risorse disponibili per buoni spesa sino a fine giugno e un nuovo bando per bonus bollette utenze.

Verrà utilizzato anche un finanziamento regionale per consentire ai bambini che frequentano la scuola dell’infanzia di avere una connessione internet e computer per la didattica a distanza.

Verrà affrontato anche il tema complesso della gestione della economia locale, dalla imposte alla concessione suolo pubblico; è stato chiesto uno stanziamento a fondo perduto alla Regione Puglia per dare il via alla iniziativa “Rialziamo la serranda” e fornire agevolazioni alle attività commerciali in difficoltà. Il tutto dipenderà da cosa farà il Governo a favore dei comuni e dalle somme che rimarranno come avanzo di gestione nel rendiconto che verrà approvato e certificato dai revisori dei conti.

Al momento dal Governo sono stati ricevuti 255 mila euro, destinati a per buoni spesa e supporto alle famiglie. Altri 89 mila euro della Regione Puglia sono stati destinati sempre per supporto famiglie e buoni spesa, ciò che rimarrà sarà utilizzato per bonus utenze.

Anche nel 2021 Grottaglie sarà Città dello Sport

Grottaglie sarà Città europea dello sport anche nel 2021. E’ stato chiesto alla Regione Puglia di poter utilizzare un fondo di 20mila euro da destinare alle associazioni e società sportive per ripartire con le loro attività. In attesa di risposta da Bari sarà comunque predisposta la sospensione dei canoni da corrispondere alla amministrazione comunale e una semplificazione delle procedure.

Rimodulate le attività estive

Al momento “Buongiorno Ceramica” è sospesa, mentre è confermata la “Mostra della ceramica”, che era stata oggetto di un bando fatto a gennaio. Sulla base delle attuali disposizioni il museo dovrebbe riaprire e quindi si spera non ci saranno problemi per l’accesso al pubblico.

La Mostra della ceramica è un evento strategico – ha affermato il sindaco D’Alò – forse slitterà come data ma sarà comunque un momento simbolico per testimoniare una ripartenza di tutto il comparto e stimolare il turismo”.

Questione discarica in via di definizione

La questione delle royalty derivanti dalla discarica e la vertenza giudiziaria del lodo arbitrale è una questione importantissima – ha ribadito il primo cittadino grottagliese, è uno degli obbiettivi prefissati che abbiamo raggiunto facendo chiudere la discarica. La città dovrebbe essere orgogliosa di questo. Per fortuna il TAR ha accolto tutte le nostre obiezioni e ci ha dato ragione. Tutto l’aspetto del processo penale procede secondo i tempi previsti dalla legge. Il Comune di Grottaglie va avanti senza 2,5 milioni di euro all’anno delle royalty, senza per questo toccare i servizi ai cittadini e senza innalzare eccessivamente le aliquote di imposta.

Riguardo agli arretrati – si parla di circa 7,5milioni di euro – c’è una causa in corso perché il gestore ha impugnato il contratto stipulato con precedenti amministrazioni. E’ stato fatto un lodo arbitrale che il Comune ha vinto in primo grado e si attende l’esito del secondo grado che era previsto il 7 maggio ed è stata rinviato a data da destinarsi.

Lunedì – ha concluso D’Alò – in una riunione si discuterà se la Regione accetterà di ridurre al’aliquota per lo smaltimento dei rifiuti in discarica a 5,16euro/tonnellata. Le tariffe TARI verranno stabilite di conseguenza il 30 giugno da definire in base a quanto decideranno Governo e Regione.