Carlo Caprino incontra Mariagrazia Chianura, già assessore all’Ambiente (e altre deleghe collegate).

Una lunga chiacchierata in cui l’ex titolare dell’assessorato di pertinenza al Comune di Grottaglie fa il punto della situazione, dal suo punto di vista, su tre aspetti: le operazione di pulizia, la differenziata (e l’ecotassa) e l’abbattimento dei Pini.

“Ci sono una serie di questioni da affrontare sul tema ambiente su Grottaglie”. Cosi esordisce Chianura alle videocamere di Gir.

Pulizia delle strade

“Nonostante le operazioni in corso la situazione non mi sembra granché migliorata sulle strade d Grottaglie ”. Questo il commento alle operazioni di pulizia straordinaria messa in atto dall’Amministrazione comunale in questo periodo: “Sono degli interventi spot che andrebbero fatti invece con maggiore continuità”.

Lavaggio dei cassonetti

“Considerando che la differenziata, come ho sentito annunciare, partirà a settembre, resto perplessa sulla motivazione che spinge a effettuare il lavaggio dei cassonetti oggi.”

I dubbi di Chianura sono in funzione della rimozione, che avverrà con l’avvio della differenziata porta a porta, di tutti i raccoglitori dei rifiuti indifferenziati posizionati nella città. “Se i cassonetti spariranno che senso ha lavarli, visto il suo costo. Forse la differenziata porta a porta non partirà più a settembre?”

Gara sulla Differenziata

“La gara è importante. Finche c’è la possibilità di poter fare ricorso, io sarei stata più prudente nei proclami dell’affidamento”. Ha commentato l’ex assessore.

“Calo della raccolta differenziata e aumento dell’indifferenziato”

“Ho ascoltato delle dichiarazioni entusiaste sui dati della raccolta differenziata a Grottaglie dal nuovo assessore all’Ambiente”, aggiunge Chianura,  “mi sono presa la briga di andare a verificare poiché mi sembrava si riferisse a dati precedenti e non agli attuali. I dati ufficiali della Regione Puglia, visibili a tutti, indicano l’andamento della differenziata a Grottaglie. Come ricordavo i dati positivi sono quelli del 2018, il picco è stato raggiunto sotto il mio assessorato, azioni positive e buone pratiche che ci consentirono l’obiettivo dell’ecotassa, mentre nel 2019, da aprile in poi, purtroppo riscontriamo invece un aumento significativo del riifiuto indifferenziato, che è quello sul quale paghiamo di più, quello che genera l’ecotassa”.

“Ecotassa: sarà triplicata. Grossi aumenti per i cittadini”

“Avevo un programma duro ma che poteva portare al risultato. Ho chiesto a tutta la maggioranza di portare avanti questo programma. Ma cosi non è stato. Mi chiedo, aggiunge Chianura, cosa si stia facendo per scongiurare l’ecotassa 2020?

L’aumento massiccio dell’indifferenziato potrebbe portare a triplicare l’ecotassa. “Questi costi saranno importanti e ricadranno sui cittadini. Vorrei sapere come si sta regolando l’amministrazione per scongiurare questi aumenti.”

Abbattimento Pini

Quegli alberi rappresentavano la città di Grottaglie. Se ci sono delle relazioni che dicono che gli alberi erano pericolosi andavano tagliati, però magari andava fatto il 10 luglio quando ci si è resi conto della pericolosità o quanto meno andava chiusa la strada. Dopodiché sarebbe stato opportuno un dialogo con i cittadini, vista la storicità di questi alberi e di questo viale. Magari si sarebbe arrivati alla stessa scelta, perché se gli alberi sono pericolosi andavano tagliati, ma andava fatto un percorso di condivisione con i cittadini. Si sarebbe dovuta chiudere la strada, smistato il traffico sulla parallela e dialogato con la città di questa scelta.”

Città Europea dello Sport

Una delle motivazione che hanno spinto il Comitato a nominare Grottaglie Città Europea dello Sport fu proprio quella legata alla qualità e la sensibilità in tema di gestione dell’ambiente. Proprio grazie a quelle tematiche di sostenibilità ambientale che stavamo portando avanti.”