Il Sindaco di Grottaglie ha emesso una Ordinanza di cattura, sterilizzazione e reimmissione sul territorio di cani randagi.

La decisione, si legge nell’ordinanza, è necessaria per limitare il fenomeno del randagismo, ormai dilagante: verranno poste in essere azioni di contenimento del numero di animali randagi nel medio e lungo periodo e occorrerà pianificare campagne di sterilizzazione a tappeto sul territorio urbano ed extraurbano del Comune di Grottaglie, da realizzare ad opera del preposto Servizio Veterinario e con la collaborazione delle associazioni di volontariato attive sul territorio e con i rispettivi uffici comunali di competenza.

Considerato che il Comune di Grottaglie non dispone di idoneo canile sanitario ha avviato le procedure con il limitrofo Comune di San Giorgio Jonico per la stipula di una convenzione tesa ad ottenere la disponibilità di spazi idonei preordinati al ricovero degli animali ai fini della sottooposizione ad interventi di sterilizzazione e del successivo periodo di degenza.

Con l’ordinanza n. 63 del 08/04/2019 il Sindaco di Grottaglie ordina al Servizio Veterinario della ASL:  di provvedere ad effettuare la cattura di tu i i cani vaganti nel territorio comunale al fine di sottoporre gli stessi agli interventi chirurgici di sterilizzazione presso il canile sanitario di San Giorgio Jonico;  di procedere, all’atto della cattura dei cani randagi, alla identificazione degli stessi mediante microchip, alla registrazione in anagrafe canina regionale ed alla sterilizzazione; che i cani sterilizzati, dopo il necessario periodo di degenza e l’espletamento dei necessari controlli post- operatori a cura del Servizio veterinario della ASL, vengano reimmessi in libertà nel territorio comunale oppure affidati a coloro che ne faranno richiesta;

Con lo stesso atto ordina alle associazioni animaliste attive sul territorio: di curare, di concerto con il Servizio Veterinario, la reimmissione sul territorio di provenienza degli animali randagi sottoposti alla sterilizzazione e microchippatura.