I consiglieri comunali del Gruppo Consiliare “Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista”, Francesco Donatelli, Massimo Serio e Aurelio Marangella, hanno presentato al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale di Grottaglie una richiesta di convocazione del Consiglio Comunale in seduta monotematica, il cui testo è di seguito riportato.

Grottaglie non è mai stata sporca come in questi ultimi tempi peggiorando l’aspetto igienico-sanitario e del decoro della città.
Come è noto, l’attuale sistema di gestione del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti urbani indifferenziati è attuato in forma diretta attraverso personale e mezzi comunali.

Sicuramente lo stato di degrado e di sporcizia è dovuto anche alla progressiva riduzione del personale, causato da pensionamenti e inidoneità al servizio, al quale va il ringraziamento della comunità per gli immani sforzi che sta conducendo in una situazione complicata e di grande difficoltà.

Ma è anche il risultato di una gestione fallimentare del servizio per aver puntato in modo affrettato alla esternalizzazione del servizio di igiene urbana per niente imposto dalle norme che prevedono in futuro una gara unica per tutto il bacino dell’ARO. Invece l’amministrazione comunale ha voluto inopinatamente anticipare le procedure attraverso una gara ponte che si prefigura con tempi lunghi ed incerti (come preventivabile e più volte fatto notare) e, quindi, con ulteriore peggioramento del servizio stesso. Non a caso, in occasione della discussione dell’argomento, tutta la minoranza in Consiglio Comunale chiedeva il rinvio della decisione per una seria ed approfondita disamina a causa delle inevitabili ricadute negative sul servizio e sul destino degli operatori comunali.
Intanto la città è sporca, non solo per l’azione di numerosi incivili che non rispettano i tempi e le modalità di conferimento dei rifiuti, ma anche dall’incapacità a programmare, vigilare e gestire un delicato settore come dimostrato dall’abbandono continuo di sacchetti di immondizia al di fuori degli appositi contenitori. Il risultato è quello sotto gli occhi di tutti, soprattutto nelle vie del centro storico con grave pregiudizio sul piano igienico-sanitario e del degrado che si offre ai turisti che visitano il nostro centro antico.
Abbiamo più volte sollecitato interventi decisivi anche con diverse denunce, ma anche con proposte come avvenuto con le numerose interrogazioni presentate in occasione dei tentativi (falliti) da parte dell’assessorato dei vari interventi di pulizia delle strade con improvvisate ordinanze dimostratesi totalmente inefficaci.
Appaiono purtroppo molto chiare le responsabilità dell’assessore all’ambiente che, in modo supponente risponde alle critiche dei cittadini e dei consiglieri, come ha fatto a seguito di interrogazioni rivolte all’amministrazione comunale, mentre il servizio peggiora sempre di più con ripercussioni gravi dal punto di vista igienico-sanitario e del decoro urbano. Di conseguenza, pertanto, appare inevitabile chiederne le dimissioni.
Per quanto sopra esposto i sottoscritti consiglieri comunali
CHIEDONO
al Sindaco ed al Presidente del Consiglio Comunale la convocazione di una seduta monotematica del Consiglio Comunale per consentire alla massima assise cittadina di fare il punto sull’attuale situazione del servizio e per essere informati dello stato in cui si trova l’avviata gara d’appalto per l’affidamento dei servizi di raccolta e trasporto rifiuti solidi urbani ed assimilati e servizi di igiene urbana.”