Grande successo per la terza edizione del Mondial Tornianti in Tour, svoltasi a Grottaglie il 26 e il 27 luglio nell’ambito del decennale di Vino è Musica.

Ben ventisei sono stati i maestri tornianti che hanno raggiunto la Città delle Ceramiche da diverse parti d’Italia, ai quali si sommano altri sei ceramisti provenienti dalla Turchia, per sfidarsi nell’antica arte del tornio, in una due giorni impegnativa e avvincente, di fronte a un nutrito pubblico di semplici curiosi e di appassionati dell’arte figulina. Venerdì 26 luglio i partecipanti si sono contesi il titolo di Campionato Mondiale Esteta, in una prova che prevedeva la realizzazione di contenitori di vino, liberamente decorati, che sono stati poi stati giudicati da una giuria sulla base di parametri estetici. Ad aggiudicarsi il titolo è stato il turco Ahmet Tashomcu, che ha ricevuto un buono acquisto di € 400,00. Il grottagliese Salvatore Caraglia si è classificato secondo, mentre sul terzo gradino del podio troviamo un altro torniante turco, Gokhan Tashomcu.

Sempre nella serata di venerdì il pubblico ha potuto assistere alla suggestiva performance fuori gara Io, il tornio e lo scuro – Throw in the Dark. Un evento unico nel suo genere, nel quale i tornianti hanno gareggiato bendati, dando forma a creazioni artistiche forti della sola memoria immaginativa e delle “misure” prese con il tatto e utilizzando esclusivamente le proprie mani, la propria intuizione e il tornio da vasaio. La giuria ha decretato Ahmet Tashomcu vincitore della prova. Il secondo posto è andato a Salvatore Caraglia, mentre, al terzo posto, ex equo per i turchi Gokhan Tashomcu e Ali Hikmet Koc.

Sabato 27 è stato la volta del Campionato mondiale in tour tecnico Maestri, durante il quale i concorrenti si sono misurati con le prove uniche di realizzazione del cilindro più alto e la ciotola più larga. Il primo premio è andato al maestro torniante Giuseppe Colì, di Cutrofiano. Per il quarantenne pugliese è il secondo successo in questa manifestazione: è stato infatti già campione del mondo nell’edizione del Mondial Tornianti di Faenza del 2014. Colì si è aggiudicato un premio di € 1.000,00 offerto da Giuseppe Quaranta referente Sud Italia Colorobbia. Al secondo e al terzo classificato , rispettivamente il grottagliese Salvatore Caraglia e il turco Ahmet Tashomcu è andato invece un trofeo in ceramica offerto dal Distretto Urbano per il Commercio. Una menzione speciale è stata dedicata anche alle concorrenti donne: le prime tre classificate sono state Pina Corriga, proveniente da Solarussa, in provincia di Oristano, e le grottagliesi Annamaria Monteforte e Mariarosaria Caramia. Alle 22.00 si è svolta, in fine, la cerimonia di premiazione alla presenza del sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò, dell’assessore Mario Bonfrate, di Massimo Isola, vicesindaco di Faenza e Presidente dell’AICC, di Giuseppe Quaranta, referente per il Sud Italia della Colorobbia e di Ciro Lenti della TECNOLOM snc.

Grande soddisfazione ha espresso il sindaco di Grottaglie per il successo dell’iniziativa: “34 anni fa Carmelo Monteforte ‘mesto meno’, scriveva al Sindaco di Faenza per chiedere di realizzare Mondial Tornianti a Grottaglie, considerando le grandi maestranze che vantava la città. A qualche anno dalla sua scomparsa, l’attuale amministrazione, è riuscita ad esaudire il suo desiderio. Questa edizione di Mondial Tornianti in Tour la dedichiamo alla sua memoria di grande uomo e maestro d’arte. Emozionate vedere questa fusione di culture ed esperienze. Grazie a tutti i nostri maestri e maestre tornianti per essere stati così collaborativi, a tutti i partner per aver creduto in questo grande progetto, all’Aicc e all’ Ente Ceramica di Faenza. Il desiderio del nostro ‘mesto meno, è diventato realtà, ora tocca a tutti noi proseguire il cammino.”

I premiati hanno ricevuto tutti una medaglia personalizzata realizzata dalla ceramista grottagliese Annamaria Quaranta. Si tratta di un oggetto artistico di 10 centimetri di diametro, realizzato con argilla a pasta bianca per dare risalto alle cristalline utilizzate come rivestimento: il miele nella parte superiore e il verde nella parte inferiore, due colori che fanno parte della tradizione ceramica grottagliese, a voler ricordare la robba gialle e la robba bianca. Sullo sfondo della medaglia sono evidenziate le classiche righe concentriche del tornio, in basso a destra è rappresentata la torre maestra del Castello Episcopio.

Ideato a Faenza nel 1980, il Mondial Tornianti è un prestigioso torneo al quale partecipano esperti artigiani e ceramisti provenienti da tutto il mondo. Il torneo, dal 2017, prevede anche una speciale edizione itinerante, denominata Mondial Tornianti in Tour. Questa edizione è stata ospitata per la prima volta dalla città di Grottaglie, contribuendo a dare risalto ancora maggiore alla tradizione artigiana grottagliese, fra le più importanti a livello nazionale. Mondial Tornianti è un evento organizzato dal Comune di Grottaglie in collaborazione con A.I.C.C. Associazione Italiana Città della Ceramica, l’Ente Ceramica Faenza, GAL Magna Grecia, Colorobbia e il Distretto Urbano del Commercio di Grottaglie.