“Carissimi amici Associati,
come ben sapete la Regione Puglia ha emanato l’ordinanza N. 237 con il quale si può disporre la riapertura degli impianti sportivi come Palestre e Piscine a partire dal 25 Maggio, anche se con le dovute disposizioni di sicurezza. A tal proposito, considerando la calendarizzazione delle nostre attività che prevede come termine ultimo il 28 c.m., ci sembra del tutto evidente non riuscire nell’intento di portare a termine il programma didattico previsto a causa della sospensione del 10 Marzo dovuta alla Pandemia da Covid-19. Pertanto ci vediamo costretti, nostro malgrado, a dover rimandare la ripresa delle attività al mese di Settembre avendo cura di informarvi per tempo circa la data esatta.”

E’ quanto informa la direzione della Piscina di Grottaglie intervenendo questa mattina con un post sui social.

Voucher per i servizi pagati e non usufruiti

“Cogliamo l’occasione per rassicurarVi circa i recuperi delle lezioni o ingressi alle varie attività e a vario titolo poichè sarà predisposta l’emessione di Voucher d’importo pari al valore dei servizi pagati e non usufruiti, come da Decreto “ Rilancio” capo IV art. 210 – punto 4.”

Si legge nel post.

Cosa dice il punto 4 dell’art.210 decreto Rilancio

A seguito della sospensione delle attività sportive, disposta con i decreti del Presidente del Consiglio dei ministri attuativi dei decreti legge 23 febbraio 2020, n. 6, e 25 marzo 2020, n. 19, e a decorrere dalla data di entrata in vigore degli stessi, ricorre la sopravvenuta impossibilità della prestazione dovuta in relazione ai contratti di abbonamento per l’accesso ai servizi offerti da a palestre, piscine e impianti sportivi di ogni tipo, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 1463 del codice civile. I soggetti acquirenti possono presentare, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, istanza di rimborso del corrispettivo già versato per tali periodi di sospensione dell’attività sportiva, allegando il relativo titolo di acquisto o la prova del versamento effettuato. Il gestore dell’impianto sportivo, entro trenta giorni dalla presentazione dell’istanza di cui al periodo precedente, in alternativa al rimborso del corrispettivo, può rilasciare un voucher di pari valore incondizionatamente utilizzabile presso la stessa struttura entro un anno dalla cessazione delle predette misure di sospensione dell’attività sportiva.