Grottaglie ospita il Tennis Trophy Kinder e Sport: 130 giovani agonisti da tutta Italia. Circolo: “Anche dal Piemonte”

874

Prosegue domani, domenica 23 febbraio, con le finali del torneo “Tennis Trophy Kinder e Sport”, l’anno di Grottaglie 2020 Città europea dello sport.

Il circolo tennis San Francesco de Geronimo, per la quinta edizione consecutiva, organizza, grazie anche al supporto della Federazione italiana tennis, questa competizione, inserita nel calendario di Grottaglie 2020 Città europea dello sport. Il cartellone è promosso dall’amministrazione comunale di Grottaglie, rappresentata dal sindaco Ciro D’Alò e dall’assessore comunale allo sport Vincenzo Quaranta, nell’ambito del progetto di Città europea dello sport, avviato dopo l’ottenimento del titolo assegnato da Aces europe al comune ionico.

Cos’è il Tennis Trophy Kinder e Sport

Il “Tennis Trophy Kinder e Sport” è un torneo nazionale rivolto ai ragazzi agonisti dai 9 ai 16 anni.

“Siamo orgogliosi di essere parte integrante dell’evoluzione agonistica sportiva di questi ragazzi che saranno i campioni del domani – dichiarano i responsabili del Circolo tennis San Francesco de Geronimo -. Quest’anno, sui nostri campi, giocano 130 ragazzi seguiti dai loro genitori e maestri, provenienti dalla Puglia, da regioni vicine e dal Piemonte. E’ un grande movimento, anche i termini di indotto economico, per il nostro comune. Domenica 23 febbraio si conclude il torneo, con le finali”.

Il presidente Angelo Bruno

 “Ringrazio la Federazione italiana tennis per la possibilità di organizzare questo torneo, tale evento si inserisce nell’attività agonistica del nostro circolo, che è presente nei campionati a squadre regionale D1 Maschile, D1 Femminile, D2 Maschile, D3 Maschile, Under 16 Femminile e 2 squadre Under 10, che rientra nel programma dell’attività di Grottaglie Città europea dello Sport 2020. Mi corre l’obbligo ringraziare tutto il consiglio direttivo, Franco Capriglia e Giuseppe Micoli per l’organizzazione della segreteria, Mimmo Masciullo per l’ottima gestione strutturale dei nostri campi, i giudici Francesco del Monaco, Donato Dibiaso, Spiridione Patronella e Francesco Quaranta; non per ultimo, ringrazio l’amministrazione comunale, per il supporto alle attività sportive”.