“Domenica 20 e lunedì 21 settembre, i cittadini pugliesi che si sono recati alle urne, hanno voluto rinnovare con decisione la loro fiducia al centrosinistra e al Presidente Michele Emiliano.

Al contrario di quanto i sondaggi avevano riportato, non c’è stato nessun testa a testa tra i due maggiori competitor, ma vi è stata una netta e chiara affermazione del centrosinistra.

Questo vuol dire che la gente ha compreso che il voto al centrodestra e a Raffaele Fitto sarebbe stato un ritorno indietro ed hanno deciso di andare avanti. Andare avanti e migliorare!

E allora mi auguro che le prime dichiarazioni del Presidente Emiliano dopo l’elezione, in cui ha affermato che farà tesoro di quello che non è andato bene e che i pugliesi ci hanno dato fiducia perdonandoci gli errori commessi, siano parole che avranno un seguito concreto.

Ecco, anche noi vogliamo ripartire da qui.”

E’ questa la premessa della nota inviata ai media dalla segreteria locale del Partito Democratico a margine delle ultime consultazioni regionali.

1230 voti raccolti a Grottaglie

“Ringrazio i 1230 cittadini grottagliesi che hanno dato ancora una volta fiducia al Partito Democratico di Grottaglie, esprimendoci la propria preferenza.

Abbiamo dimostrato di essere un partito attivo e vitale, anche dopo ben 2 scissioni negli ultimi anni e tanti candidati locali.”

“Grazie ad Anna Rita Palmisani”

Ringrazio la nostra candidata Anna Rita Palmisani per essersi messa a disposizione del partito, in una campagna elettorale complicata per tanti aspetti, a cominciare dall’emergenza Covid e al poco tempo a disposizione per prepararla a dovere e lavorare.

Ora è tempo di rimetterci al lavoro per il bene della Puglia e della nostra città, che il prossimo anno dovrà affrontare un altro banco di prova: le elezioni amministrative.”

Continua la nota del PD.

La proposta:”facciamo le primarie”

“Anche qui a Grottaglie, com’è accaduto per la Regione Puglia, il Partito Democratico si propone di essere il perno e la guida di un’alleanza di centrosinistra che si candida a governare la città.

E’ per questo che da tempo stiamo lavorando alla costruzione di un’ampia coalizione di centrosinistra, con tutte quelle forze di sinistra riformiste e progressiste, con le quali presentare alla città un progetto nuovo e credibile.

Un progetto ambizioso e non fantasioso per il governo della città, che da un lato non si faccia incantare dalle sirene dell’antipolitica e della propaganda e dall’altra faccia da argine ad una destra arrembante, caratterizzata da un sovranismo e un antieuropeismo che ci farebbe perdere il treno delle straordinarie e  irripetibili opportunità che arriveranno con le risorse del Recovery Fund.

Chi sarà a rappresentare questo progetto come candidato/a sindaco, uscirà, perché no anche usando lo strumento delle primarie, da un confronto serrato ma sereno tra tutte quelle forze del centrosinistra che vorranno sottoscrivere il patto di coalizione.

Noi del Partito Democratico siamo pronti sin da subito per metterci al lavoro sull’agenda programmatica riguardante l’amministrazione della città.”