Si svolgerà a Grottaglie, dal 8 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, la 39esima Mostra del Presepe.

L’appuntamento natalizio è dedicato al tema delle “Forme d’Amore”. Come ogni anno l’Amministrazione Comunale organizza un Concorso riservato ad artisti/professionisti accreditati o ad associazioni che operano nel settore ceramico. La Mostra, quale approfondimento tematico sulla interpretazione del Presepe tra tradizione e innovazione sul tema “Forme d’Amore”, prevede il premio unico di € 2.000,00. 

Ogni autore può presentare un massimo di due opere. Non saranno ammesse opere fuori concorso.  Le opere presentate dovranno essere state realizzate negli ultimi due anni e non presentate ad altri concorsi. 

L’opera premiata confluirà nella sezione dei presepi del Museo della Ceramica, uno scrigno situato nel cuore di Grottaglie, lungo la gravina San Giorgio, li dove si è formato nei secoli un intero quartiere di esperti ceramisti i quali, ricavando laboratori e forni di cottura nella roccia di ambienti ipogei utilizzati in passato anche come frantoi, hanno saputo sviluppare una fiorente attività artigianale oggi riconosciuta ed apprezzata in tutto il mondo.

Vi invitiamo a visitare il Quartiere delle Ceramiche e la Mostra, durante la vostra passeggiata, mentre cercate un parcheggio o vostra moglie acquista qualche maiolica, potrete passare il tempo con un gioco online direttamente dallo smartphone.

Come partecipare

Le schede di adesione dovranno essere accompagnate dalle immagini delle opere e inviate tramite e-mail agli indirizzi cultura@comune.grottaglie.ta.it o infopoint@comune.grottaglie.ta.it, entro il 26 novembre 2018.
Le immagini delle opere dovranno essere realizzate in formato professionale su sfondo neutro bianco e in formato TIF o JPG di dimensioni superiori a 5Mb (300 dpi, base 20 cm) e inviate tramite www.wetransfer.com nominando i file fotografici e indicando Cognome-Nome (dell’artista) e numero di sequenza dell’immagine.  La qualità fotografica delle opere dovrà essere tale da consentire una visione complessi a chiara e una lettura definita della tridimensionalità, se presente. 

Ammissione delle opere

La Direzione artistica, a suo insindacabile giudizio, deciderà sull’ammissibilità delle opere partecipanti alla XXXIX Mostra del Presepe, selezionate sulla base dell’immagine fotografica allegata alla sc eda di adesione. Solo per le opere premiate o segnalate si procederà a formale motivazione del giudizio.  Le opere selezionate dovranno pervenire improrogabilmente entro il 3 dicembre 2018.  Le spese di trasporto delle opere sono a carico dell’espositore.  L’Amministrazione Comunale non procederà in alcun modo ad assicurare le opere durante il trasporto né all’andata né al ritorno, né durante la movimentazione, l’allestimento e la loro permanenza negli spazi espositi i e non potrà pertanto essere sottoposta ad azione di rivalsa in caso di sinistro o qualsivoglia danno.  Gli artisti potranno provvedere, a loro cura e spese, ad assicurarsi presso una Compagnia di loro gradimento contro tutti i danni che potessero subire le opere durante i trasporti e la permanenza nei locali di mostra. La polizza assicurativa dovrà prevederespecificatamente la rinuncia ad ogni azione di rivalsa nel confronti dell’Amministrazione Comunale di Grottaglie che non sarà tenuta a risarcire alcun danno subito dalle opere durante l’intero periodo della manifestazione.  Qualora un’opera per pervenisse al Concorso in condizioni tali da comprometterne la lettura non verrà esposta.  Le opere dovranno essere realizzate in ceramica. 

Premio 

La Direzione scientifica che dovrà assegnare il premio sarà presieduta dal Sindaco o da suo delegato e composta da rappresentanti del mondo artistico, giornalistico e culturale, nominata con delibera della Giunta Comunale di Grottaglie.  La Direzione scientifica, insindacabilmente, valuterà le opere in concorso ed assegnerà il premio di cui all’art. 2.  Qualora non ne ricorrano le condizioni, la Direzione scientifica può anche non procedere all’attribuzione del premio previsto all’art. 2.  L’opera premiata diventerà di proprietà del Comune di Grottaglie.  Gli artisti partecipanti avranno la facoltà di donare la propria opera in concorso al Comune di Grottaglie, che confluirà nella sezione dei presepi del Museo della Ceramica.  La partecipazione al concorso implica la conoscenza e l’incondizionata accettazione del presente regolamento, oltre c e l’autorizzazione all’utilizzo dei dati personali.  Le opere non premiate dovranno essere ritirate dagli interessati entro 10 giorni dalla chiusura della mostra.  Il premio è di 2mila euro.

La storia della Mostra del Presepe

Giunta ormai alla sua 39esima edizione, la rassegna espositiva, quale interpretazione del presepe tra tradizione ed innovazione, vede la partecipazione di artisti ceramisti provenienti da tutta Italia.

La Mostra del Presepe, organizzata dal Comune di Grottaglie, è rivolta, in particolare, alla valorizzazione delle testimonianze storiche dell’arte presepiale. Nata nel 1980 come testimonianza dell’antica tradizione locale, ha attratto numerosi maestri di levatura nazionale ed internazionale, le cui opere sono oggi conservate presso la sezione dei presepi del Museo della Ceramica della città.

La tradizione artigianale grottagliese

Nei pressi del famoso “Quartiere delle Ceramiche”, il Museo della Ceramica di Grottaglie racconta la storia della sua tradizione artigianale.

Cinque sezioni e 400 manufatti

La ceramica tradizionale d’uso, con manufatti usati per i servizi domestici; le maioliche, tra cui piatti, brocche ed oggetti ceramici devozionali; la sezione archeologica, con reperti datati tra l’VIII ed il IV sec. a.C.; infine, una sezione dedicata ai presepi ed una dedicata alla ceramica contemporanea costituisco le importanti collezioni del Museo di Grottaglie dedicato alla ceramica.

Oggetti che tramandano la storia di una terra

Provengono da collezioni pubbliche e private e raccontano la storia di un passato in cui la ceramica rivestiva un ruolo fondamentale nella vita degli uomini, soddisfacendo il loro bisogno primario di igiene e di conservazione degli alimenti, ma anche la loro necessità di possedere oggetti che assolvessero ad una funzione puramente ornamentale.